Home Curiosità Vacanze di Natale | Ecco le mete dei calciatori

Vacanze di Natale | Ecco le mete dei calciatori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:42
CONDIVIDI

VIAGGI CALCIATORI METE VACANZE / ROMA – Giocata, fra gioie e dolori, l’ultima giornata del 2010 è tempo di vacanze. Ieri è stato infatti l’ultimo turno dell’anno della serie A, che tornerà con la Befana il 6 gennaio 2011, mentre oggi è già tempo di preparare le valigie. Saranno infatti tanti i calciatori che lasceranno l’Italia per godersi qualche giorno all’estero, magari in qualche paradiso terrestre, o semplicemente per ricongiungersi con la famiglia. In partenza il battaglione dei sudamericani della serie A che tornano a casa per il Natale: dagli argentini Zarate, Santanam e Piatti agli uruguaiani Muslera, Giacomazzi e Olivera, dai brasiliani Ronaldinho, Pato, Robinho e Thiago ai cileni Jimenez e Pinilla. Qualcuno però come Maxi Lopez, neo papà, ha deciso di restare in Italia. Ritorna a casa in Svezia anche Ibrahimovic, così come Riise riabbraccerà la sua famiglia in Norvegia. Ansa informa poi che Gilardino, il parmense Zaccardo, e il portiere della Roma Julio Sergio trascorreranno una vacanza di tutto relax alle Maldive, mentre a Londra, andranno, tempo permettendo, i parmensi Valiani e Pisano, e il tecnico della Roma Ranieri (ha Chelsea nel cuore). Montolivo, capitano della Fiorentina, ha invece scelto Amsterdam. Meta di extralusso invece per Lucarelli che ha scelto Dubai, così come ha fatto anche Paolo Cannavaro che si ricongiungerà con il fratello Fabio. Chi invece non si muoverà è Totti: il Natale lo trascorrerà a Roma con la sua famiglia.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMaltempo | Londra, aeroporti in tilt. Vacanze a rischio
Articolo successivoSpeciale Neve| Il Trentino oltre lo sci: in Val di Fassa ciaspolate e relax
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.