ViaggiNews

Londra: ‘non usate la metro, andate a piedi!’

venerdì, 2 settembre 2016

Metropolitana di Londra (iStock)

Metropolitana di Londra (iStock)

Metropolitana di Londra: il curioso invito ad andare a piedi. Londra è una città con una fittissima rete metropolitana. Sono molte le linee che portano ovunque e soprattutto nelle principali zone del centro, anche intersecandosi tra loro. Si può arrivare nello stesso punto del centro d Londra utilizzando più di una linea, a seconda della provenienza e delle preferenze. La metropolitana è così comoda che una volta acquistato un abbonamento (perché il biglietto singolo è un prelievo di sangue!), potete andare ovunque a qualunque ora del giorno, più o meno. Ecco allora che londinesi e turisti usano la metropolitana per ogni spostamento in città, anche quello più piccolo. La conseguenza è che stando sempre sottoterra si perde la vista sul bellissimo centro storico della capitale londinese, i suoi viali, i parchi e gli scorci sui monumenti.

Ecco allora che l’amministrazione della città e la società dei trasporti che gestisce la metropolitana di Londra, la Transport for London, hanno pensato bene di invitare londinesi e visitatori ad andare a piedi per le vie del centro, perché tra una stazione e l’altra della metro le distanze sono davvero minime. Non c’è bisogno quindi di prendere i treni sottoterra. Per sensibilizzare residenti e turisti la Transport for London ha realizzato una nuova mappa della metropolitana che indica anche la distanza, in termini di passi, tra una stazione e l’altra.

Metropolitana di Londra: i passi tra le stazioni

Nella zona uno, il centro di Londra, la parte bianca al centro della mappa, molte fermate della metro sono a meno di mille passi l’una dall’altra. Per passi si intendono quelli adottati dalle legioni romane, ovvero circa 75 centimetri a falcata. Quindi 1.000 passi sono 750 metri, meno di un chilometro. Distanze percorribili a piedi. La società che gestisce la metro di Londra ha così misurato le distanze tra una stazione e l’altra, indicandole sulla nuova mappa: 400 passi da Cannon Street a Mansion House; 700 passi da Oxford Circus a Bond Street; poco meno di 2.000 da Victoria a Green Park; 2.600 da King Cross a Farringdon.

In molti camminare è perfino la soluzione più veloce, piuttosto che scendere nei sotterranei della metro e aspettare l’arrivo del treno, anche se i convogli sono frequenti. Se, poi, si deve fare pure il biglietto, il tempo di viaggio si allunga. Anche perché il problema della metro di Londra è il sovraffollamento e se meno persone la usassero sarebbe già molto più facile viaggiarci.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha spiegato così l’iniziativa: “Abbiamo bisogno di incoraggiare i londinesi a camminare o a prendere la bicicletta, almeno nei tragitti brevi, e quindi di rendere più facile e divertente passeggiare nel centro della città”. Camminare fa bene alla salute e anche al commercio cittadino, secondo Khan, che ha anche aggiunto: “Questa mappa fa parte dell’impegno di questa amministrazione per abbattere l’inquinamento”.

Insomma, camminare per il centro di Londra fa bene alla salute, riduce l’inquinamento, permette di ammirare la città e i suoi monumenti e porta più clienti ai negozi. Londra, la città per pedoni.

La nuova mappa della metropolitana di Londra con il numero dei passi tra una fermata e l’altra: a questa pagina.

L’altra importante iniziativa da poco inaugurata nella metro di Londra è la Night Tube, ovvero l’apertura notturna 24 ore su 24 delle nei weekend per le linee principali.

L’apertura notturna della metropolitana di Londra – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: