ViaggiNews

Lo spettacolo dei funghi luminosi

mercoledì, 6 luglio 2016

I funghi luminosi Mycena chlorophos (lalalfdfa, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

I funghi luminosi Mycena chlorophos (lalalfdfa, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Funghi luminosi. In alcuni Paesi dell’Asia, ma soprattutto in Giappone, si può ammirare lo spettacolo dei funghi luminosi, della specie Mycena chlorophos. Si tratta di funghi che alla luce del giorno appaiono grigio-marroni, con steli sottili e cappello che può essere conico o piatto. La loro particolarità sta nell’assumere un aspetto luminescente al buio, emettendo una luce di colore verde pallido. L’effetto si basa più o meno sugli stessi meccanismi che permettono alle lucciole di illuminarsi.

I funghi Mycena chlorophos sono bioluminescenti perché il materiale organico di cui si nutrono, proveniente dal terreno, si trasforma oltre che in calore anche in energia che diventa luce, attraverso una reazione chimica. Una luce ad una lunghezza d’onda visibile dall’occhio umano. Ecco perché di notte e al buio questi funghi appaiono luminosi. Un vero e proprio prodigio della natura.

Funghi luminosi: habitat

Per crescere questi funghi hanno bisogno di un clima caldo e umido, con una temperatura di almeno 27°. Ecco perché li troviamo di solito nelle zone subtropicali dell’Asia, inclusi Giappone, Taiwan, Polinesia, Indonesia, Sri Lanka e anche Australia e Brasile, dove sembra siano stati importati. Il loro habtiat naturale è nelle foreste, dove crescono a grappolo su resti di legno, come alberi o rami caduti, e sulla corteccia degli alberi. In Giappone, i funghi luminosi crescono sulle isole di Hachijo e Bonin, in particolare durante la stagione delle piogge, nei mesi di giugno/luglio e di settembre/ottobre. Il clima ideale per loro, comunque, non è né troppo umido né troppo secco.

Proprio a causa della loro delicatezza, i funghi bioluminescenti sono a rischio estinzione per colpa del turismo di massa nelle foreste dove crescono. Gli scienziati, i biologi e i botanici sono al lavoro per preservarli e stano anche studiando il modo per riprodurli in laboratorio. Alla base del meccanismo di bioluminscenza ci sarebbe una molecola in grado di contrastare i batteri. Un elemento che farebbe dei funghi luminosi degli antibiotici naturali. Per cui lo studio delle sostanze e degli elementi chimici di cui sono composti può essere molto utile anche per la ricerca medica.

I funghi luminosi Mycena chlorophos – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: