ViaggiNews

Vacanze low cost: ecco dove andare quando si hanno pochi soldi

martedì, 5 luglio 2016

Viaggiare da soli

Sta arrivando il periodo delle tante agoniate vacanze; anzi, magari per quelli tra voi che hanno appena finito gli esami di maturità e che non hanno molti soldi, perché non pensare ad alcune vacanze alternative low cost? Vediamo insieme quelle che possono essere le opzioni.

Per esempio non è necessario andare fino alla Galapagos per osservare le specie marine più affascinanti. In Francia, Italia e nel Principato di Monaco esiste il Santuario Pelagos, dove vivono otto specie di cetacei come  balenottere, capodogli e diversi delfini. Tra maggio e settembre l’Istituto Tethys organizza delle crociere che permettono di osservare da vicino questi straordinari esemplari. Ma non si è dei semplici osservatori: una volta a bordo si diventa dei citizen scientist, venendo coinvolti in tutte le attività per raccogliere i dati in mare. 

Se invece preferite una vacanza immersi nella natura, il progetto WWOOF – World-wide opportunities on organic farms – permette di diventare volontario nelle fattorie biologiche dove viene dato vitto e alloggio, cercando di trovare un equilibrio tra lavoro e tempo libero.

Un altro viaggio davvero molto avventuroso  – e particolare – è quello di attraversare l’India in treno. Bisogna organizzarsi per tempo, comprando il biglietto per tempo e portandosi l’occorrente per non rimanere sprovvisti di acqua, cibo, caricabatterie esterni per i telefoni. Qualche anno fa il Ministero del turismo dell’India ha inaugurato il Mahaparinirvana Express, che compie una decina di viaggi all’anno e tocca tutti i luoghi della vita di Buddha: di giorno si visitano le grotte e i templi e di notte si viaggia.

Un’altra vacanza alternativa, che ti mette certamente in contatto con la parte più spirituale, è quella di compiere a piedi un cammino. Santiago di Compostela e la via Francigena sono due esempi. Bisogna però anche in questo caso essere molto organizzati: indispensabile la la crema solare e i cerotti anti-vesciche e magari un po’ di allenamento, soprattutto per il fiato e capire se le scarpe vanno bene.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: