ViaggiNews

Nuotare nell’area marina protetta di Portofino con la “Miglio Blu”

mercoledì, 17 giugno 2015

ThinkstockPhotos-177539179

Thinkstock

Confermata per domenica 30 agosto 2015 la terza edizione del Miglio Blu del Golfo del Tigullio, la gara di nuoto aperta a tutti che si svolge sopra gli splendidi fondali dell’Area Marina Protetta di Portofino. Novità del 2015 è l’introduzione di due nuovi circuiti: oltre al miglio, il mezzo miglio e i 200 metri offriranno l’opportunità anche ai meno allenati e ai bambini di nuotare in totale sicurezza in uno dei mari più belli della penisola. Testimonial d’eccezione è l’atleta olimpionico Edoardo Stochino che con grande entusiasmo supporta la giovane società sportiva organizzatrice, Outdoor Portofino.

La gara, da tre anni, conquista sempre più appassionati del nuoto in mare. Con il patrocinio della Regione Liguria, dei Comuni di Santa Margherita Ligure e di Portofino, dell’Area Marina Protetta e del Parco di Portofino, nonché dell’ente di promozione sportiva ENDAS e della FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettivo Relazionale), il Miglio Blu del Golfo del Tigullio punta quest’anno a raddoppiare le presenze rispetto alla scorsa edizione. La manifestazione riscontra sempre maggiore successo: 150 i partecipanti nella prima edizione e circa 230 in quella 2014.

Outdoor Portofino ha deciso quest’anno di introdurre due nuovi circuiti oltre al miglio con l’intenzione di accogliere e avvicinare sempre più persone al nuoto in acque libere. La gara dei 200 metri sarà esclusivamente dedicata a bambini e ragazzi sotto i 14 anni; il mezzo miglio e il miglio aperte a tutti, amatori e agonisti. Ulteriore motivo di questi nuovi circuiti è quello di dare la possibilità anche ad atleti con disabilità di nuotare nell’Area Marina Protetta di Portofino in totale sicurezza.

«Quest’anno abbiamo avviato un progetto di educazione e avvicinamento al nuoto per un gruppo di ragazzi autistici che risiedono in zona grazie al finanziamento da parte di Ranieri Tonissi.» così ci spiega Luca Tixi, presidente di Outdoor Portofino. «Nella nostra filosofia è scritto che l’obiettivo è rendere gli sport acquatici fruibili da tutti e in questo tutti fanno parte anche persone con disabilità fisica o intellettivo-relazionale. Con l’evento del Miglio Blu vogliamo dare inizio a un percorso che speriamo, avvicinerà sempre di più persone con disabilità alla nostra società sportiva.»

E’ anche per questa ragione che per l’edizione 2015 della manifestazione sportiva si è deciso di spostare partenza e arrivo a Punta Pedale Beach a Santa Margherita Ligure. La spiaggia di Punta Pedale è, infatti, più facilmente raggiungibile e accessibile per tutti offrendo servizi e facilitazioni che consentono un migliore svolgimento della manifestazione, in acqua e a terra. Inoltre, Punta Pedale Beach quest’anno è anche seconda casa per la società sportiva Outdoor Portofino, la quale ha ampliato il suo campo d’azione avviando anche la Scuola Vela alla Ciappella di Portofino grazie al matrimonio con il Circolo Velico Remiero Ragazzi di Portofino. La spiaggia di Niasca, prima casa della società sportiva, è momentaneamente insicura e di difficile accesso per ospitare la gara di nuoto e tutti i suoi partecipanti.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: