ViaggiNews

Viaggio tra le 1000 spettacolari pagode di Bagan (FOTO)

venerdì, 13 marzo 2015

 

Bagan


 

Finalmente liberatasi dal crudele isolamento della dittatura militare, la Birmania, detta anche Myanmar o Birmania, apre le porte ai suoi tesori, tra cui spiccano le mille pagone di Bagan (o Pagan), impressionante sito archeologico e imprescindibile luogo di culto per le varie religioni che contraddistinguono gli abitanti di questo favoloso Paese.

Questa zona si contraddistingue per essere tra i siti archeologici più significativi di tutto il Sud Est asiatico, dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 2002.

La città venne fondata nell’874 d.c. per volere del  re Pyinbya, i suoi edifici, in cui i birmani si recano devotamente a pregare, sorsero tra il 1000 e il 1200, quando Bagan era capitale dell’Impero Birmano.

 Oltre ai templi, protagonisti assoluti di questo luogo sacro in cui la spiritualità aleggia nell’aria sono le statue antropomorfe chiamate nat, raffiguranti le entità che popolano alberi, montagne, fiumi, ecc…

I nat sono 500, di cui 37 sono riconoscibili come i principali.

Tra tutte queste meraviglie è difficile scegliere quale sia preferibile visitare. Il tempio Ananda Patho, per esempio, è il più antico e domina con il suo picco dorato di 52 metri. Le terrazze esterne sono decorate con fantastiche scene buddiste, mentre all’interno spiccano statue di Buddha alte 10 metri.

Il Dhammayangyi invece è il Tempio della sfortuna ed è impressionante per la sua forma e dimensione. Quest’ultima infatti ricorda una piccola piramide azteca, mentre la sua base si stende per 77 metri su ogni lato. 

Il tempio Sulamani poi è certamente uno dei più spettacolari. Situato al centro di una bella e rigogliosa campagna è circondato da diversi templi. L’edificio in questione è poi circondato da imponenti mura ed è caratterizzato da interni raffinati con elementi decorativi da rimanere a bocca aperta.

Infine vi consigliamo il Pyathada non considerato dai circuiti turistici e che può vantare la terrazza più grande di tutta Bagan.

E mi raccomando, non dimenticatevi un salto al Monastero di Popa a soli 50 km da Bagan.

Fonte foto: thinkstock

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: