ViaggiNews

La città con i portici più lunghi del mondo e la leggenda dei 666 archi. Siamo a…

lunedì, 15 settembre 2014

IMG_0461

L’Italia è ricca di mete speciali, caratteristiche e che detengono anche dei record unici al mondo. Prendiamo ad esempio Bologna questa splendida città, fulcro universitario e ricca di storia è sicuramente una delle mete italiane di maggior rilievo. Tutti possono conoscere più o meno le bellezze di questa città o la storia dei “Sette Segreti”, ma forse non tutti sono a conoscenza che questa città vanta anche il portico più lungo del mondo che collega infatti il centro storico al Santuario della Madonna di San Luca che domina dai colli bolognesi tutta la città.

Questo santuario infatti si trova sulla cima del Colle della Guardia e, insieme alle due torri, è uno dei simboli più importanti della città e, per arrivarci, si può andare in auto, ma se volete vivere veramente l’emozione di giungere in cima dovete percorrere quattro chilometri in salita sotto questi portici con 666 archi e 15 cappelle.

Sono due le leggende e le storie che si legano a questo lunghissimo porticato, la prima parla proprio del numero degli archi (666) che riporta a quello del Diavolo e rappresenterebbe la vittoria della Madonna che sovrasta il Demonio appunto.

L’altra storia che riguarda San Luca e il suo lungo porticato riguarda proprio la nascita di questi archi. All’interno del santuario infatti si trova una rappersentazioen della Madonna col Bambino che, una volta all’anno, viene portata in processione all’interno della città e si narra infatti che, a metà del ‘400, durante una primavere molto piovosa che stava distruggendo tutti i raccoli venne invocata la Madonna. Durante la processione nello stesso anno e nell’istante in cui la statua venne portata dentro alla città smise di piovere. Da quel giorno la processione venne ripetuta anno dopo anno e si decise di proteggere il percorso con i portici poichè ogni anno “Quando viene giù la Madonna” piove sempre.

Oggi l’idea di percorrere questi 4 kilometri in salita a piedi è diventata anche un modo dire “Se succede, vado a San Luca a piedi”.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: