ViaggiNews

Rio de Janeiro: i murales contro la criminalità nelle Favelas

lunedì, 17 febbraio 2014

santa-marta-haas-hahn-portrait-pano

Colorare le favelas a Rio de Janeiro/Roma – Finalmente questa volta si parla di un aspetto bello delle favelas, le zone periferiche della città, ricche di baracche e malvivenza, dove la delinquenza regna sovrana e dove anche i bimbi hanno dimestichezza con le armi. Grazie al progetto denominato “Favela Painting” queste zone povere e degradate tornano a colorarsi e a cercare di ridare una nuova speranza a tutte le persone che le abitano, soprattutto ai ragazzi destinati a delinquere. Tutto è iniziato nel 2005 quando due artisti olandesi, Haas e Hahn, si recarono nella baraccopoli di Rio per realizzare un documentario per MTV. I due sono ritornati negli stessi luoghi realizzando quello che era il loro intento, prima colorando una piccola zona e poi l’intera collina della favela di Vila Cruzeiro, allo scopo di poter trasformare aree svantaggiate in opere d’arte ed aiutare i giovani qui residenti e senza speranze a crearsi interessi e, magari, anche opportunità di lavoro e, magari, a incuriosire i turisti.

Ad oggi queste zone malfamate, che suscitano, da sempre, paura nell’immaginario collettivo, hanno un aspetto colorato e tutt’altro che triste e spaventoso come lo era in precedenza. Sono stati coinvolti tanti ragazzi per disegnare questi enormi graffiti sfatando la credenza secondo la quale qui nessuno ha voglia di fare niente se non rubare e drogarsi, così non è! Tutti possono tornare sulla retta via, basta solo volerlo e avere le occasioni giuste.

Guardiamo insieme i meravigliosi murales giganti fatti dai due artisti e dai ragazzi delle favelas.

Fonte foto: Pinterest

Tags:

Altri Articoli Interessanti: