ViaggiNews

Crociera nei mari del nord: un tour tra le tappe da non perdere

martedì, 21 maggio 2013

Un viaggio nelle natura incontaminata del nord Europa \Una crociera nei mari del nord, come potete immaginare, non è la solita crociera. Inutile dire che si tratta di un’esperienza unica. Navigare nei mari più freddi della Terra permette di vedere il mondo da un’altra prospettiva; significa vivere per alcuni giorni immersi in un’atmosfera nuova, magica e incantata.

Questo tipo di viaggio tocca città e luoghi rinomati per i propri paesaggi glaciali e per la natura incontaminata. Oltre alle capitali più famose, tra cui Amsterdam, Oslo, Stoccolma, San Pietroburgo, Tallinn, Copenhagen ed Helsinki, le compagnie di crociera approdano anche nei  paesini minori, ma non per questo meno caratteristici, offrendo un servizio che va da maggio a settembre ad un prezzo che varia a seconda del mese scelto e del numero di giorni di navigazione.

Sono moltissime le compagnie di crociera che partono da queste città tra cui le più importanti sono la Costa Luminosa, la MSC Crociere, la Vision of the Seas, la Celebrity Constellation, la Costa Crociere e la compagnia Crociere Dreamlines. Tutte offrono un’ampia scelta sul luogo in cui iniziare questo avventuroso viaggio alla scoperta delle terre dei Vichinghi e dei Troll: si parte ad esempio da Kiel – grande città e porto della Germania –, o dal porto della capitale olandese – Amsterdam –, o ancora da quello di Copenhagen, in Danimarca.

Ecco allora un piccolo ma essenziale elenco delle migliori tappe assolutamente da non perdere durante un viaggio in crociera nei freddi e leggendari mari del nord:

– Flam. E’ un piccolo paesino che sorge all’interno del fiordo più lungo della Norvegia – Sognefjord – e che si raggiunge passando tra le montagne e le cascate di acqua dolce. Alle sue casette colorate e al porto si affianca un’altra attrazione turistica che vale la pena di non tralasciare: la ferrovia di Flamsbana, che collega Flam a Myrdal attraverso un percorso di circa 200 chilometri. Lungo il viaggio è possibile ammirare le cascate di Kjosfoss, o fermarsi per fare una passeggiata nella piccola cittadina di Voss. La visita prosegue, poi, fino alla cascata Tvinde e alla strada più ripida di tutto Flam: Stalheimskleivane.

– Hellesylt e Geiranger. Il primo paesino nordico regala la vista delle cascate, del lago Hornidal – noto per essere il più profondo d’Europa –, del fiume Stryn. Visitare il secondo significa vedere da vicino la gola di Flydal, uno tra i fiordi più noti al mondo, la Strada delle aquile e le cascate delle Sette Sorelle.

Per non parlare poi delle indimenticabili viste panoramiche, tra ghiacciai, montagne innevate e animali selvatici, che si godono nel passaggio da Hellesylt a Geiranger.

– Oslo e Bergan. Sono le due città più grandi della Norvegia. La prima è la capitale, la meta più ambita da chi si reca in questo paese nordico. Situata nel cuore della Scandinavia, la città di Oslo si affaccia su un bellissimo fiordo ed è costeggiata da colline verdeggianti; la penisola di Bygdoy – a sud-ovest della città –, in particolar modo, è rinomata per la sua riserva naturale. Ma la capitale della Norvegia è caratterizzata da altre attrazioni turistiche, veri e propri simboli di Oslo: il Parlamento, il Teatro dell’Opera, la Residenza Reale, il Teatro Nazionale, il Municipio, il Parco Vigeland, il Museo delle Navi Vichinghe. Per la guida completa di Oslo cliccare qui.

Bergan, incastonata tra il Mare del Nord e le montagne, invece, ha un porto caratteristico e una funicolare a dir poco pittoresca che permette di godere di una vista panoramica dell’intera città, a ben 300 metri di altezza. Per i più romantici c’è poi un bus che attraversa tutta Bergan, fino alla chiesa di Fantoft.

– Stavanger. Protagonista della storia marittima della Norvegia, la cittadina dalle case colorate (risalenti al XVIII e IX secolo) è famosa per la ricchezza petrolifera che la contraddistingue. Motivo per cui uno dei musei che si possono visitare a Stavanger è il Museo del petrolio.

– Copenhagen, Stoccolma, Tallin, Helsinki, San Pietroburgo, Amsterdam. Le grandi capitali del Nord sono imperdibili ed affascinanti. La Sirenetta nel porto di Copenhagen ha legato per sempre la capitale della Danimarca alla famosa favola di Andersen. Ma nella città ci sono anche il Palazzo di Rosenborg, i Girdini di Tivoli, il Palazzo Reale, il Parlamento, il Municipio…e l’originalissimo Ice Bar, dove sorseggiare un drink ghiacciato tra muri e mobili ricavati da blocchi di ghiaccio. Per altre informazioni su Copenhagen cliccare qui.

Stoccolma, anche nota come Venezia del Nord, è costruita su 14 isole e racchiude la sua parte più bella nella zona antica, dove a costeggiare le vecchie strade sono le case di una volta, i piccoli ristoranti dal soffitto a volta e il Palazzo Reale. Concedetevi un’intera giornata per visitare Gamla Stan – la città vecchia –, senza tralasciare una tranquilla e piacevole passeggiata tra le silenziose viette e piazze secondarie, e una visita ai numerosi musei d’arte. Per la guida su Stoccolma clicca qui.

E ancora Tallin (Estonia) è la città nordica medievale per eccellenza, con la sua Toompea, la città vecchia,  e il centro storico, dichiarato patrimonio UNESCO; Helsinki (Finlandia), con le sue famosi Notti Bianche, la chiesa di Kallio, il Teatro Nazionale Finlandese e il Teatro Svedese, Kauppatori – la piazza del mercato – e Temppeliaukion kirkko – la chiesa scavata nella roccia.  In ultimo, ma di sicuro non ultime, San Pietroburgo (qui guida) e Amsterdam (qui guida), due perle del mare del nord assolutamente da non perdere.

Per la guida completa sui Fiordi norvegesi clicca qui

Ilaria Bonanni

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: