ViaggiNews

Piscine naturali: quali sono le più belle del mondo?

venerdì, 20 luglio 2012

Islanda, Blue Lagoon (GettyImages)

Top five delle piscine naturali più belle al mondo \ Roma – Con un nome riduttivo sono chiamate “piscine naturali” ma in realtà questi luoghi di benessere e relax sono molto di più: oasi di bellezza, divertimento e relax, tutte da scoprire ma soprattutto da vivere.

Dove si trovano però queste pozze d’acqua incantata? Skyscanner ha selezionato per noi le cinque piscine naturali più belle del pianeta: scopriamole insieme!

La prima pera si trova a casa nostra, nella bellissima Otranto: a Roca Vecchia, venti chilometri dalla città, si trova una grotta che il mare ha creato attraverso i secoli, un luogo appartato e suggestivo, dove la leggenda narra che una principessa venisse a fare il bagno. Il nome di costei non si conosce ma è ben noto quello della divinità che qui veniva venerata, Taotor, le cui lettere campeggiano sulle pareti che lambiscono l’acqua.

Se qui è la leggenda ad affascinare gli avventori in Messico, presso Cenote Ik-Kil, Chichén Itzà, è la storia a diventare protagonista: tra queste acque profonde ben 4 metri gli antichi Maya compivano sacrifici umani per in graziarsi le divinità ma oggi l’unica attività qui pare essere il relax. almeno si spera.

Rocce e pini circondano invece le piscine naturali dlela bellissima spiaggia di Chrisi Milia ad Alonissos, Grecia: qui, alle spalle di acque verde smeraldo e di una delle sabbie più dorate del Paese, sorgono delle piccole piscine naturali, pozze d’acqua con vistra privilegiata sul mare.

E’ invece un fiume a dar vita alle piscine naturali di Floyd, Virginia: presso questa cittadina di 432 anime scorre infatti, attraverso le Montagne Blue Ridge del sud-ovest della Virginia, Little River, padre delle piscine naturali qui situate.

Per chi ama però l’effetto terapeutico dell’alternanza cado-freddo non c’è niente di meglio dell’Islanda e, in particolare, le acque termali di Blue Lagoon a Grindavìk, una serie di bollenti pozze d’acqua tra i ghiacci locali.

Allora, preferite rimanere dietro casa o scalare i ghiacci polari? Non resta che scegliere.

Francesca Testa

Tags:

Altri Articoli Interessanti: