ViaggiNews

Capodanno 2012 al freddo: le migliori località per una festa ‘sotto zero’

lunedì, 19 dicembre 2011

Capodanno al freddo: idee e consigli per festeggiare il 2012 sotto zero/Roma-Se l’arrivo del freddo fa sognare a molti di passare il Capodanno in paesi dal clima estivo, molti altri non vedono l’ora di indossare gli abiti più pesanti per una full-immersion nell’inverno. Chi non vuole passare l’ultimo giorno dell’anno in costume e infradito, può scegliere tra numerose località ‘sotto zero’ in grado di regalare emozioni davvero da brivido nella notte di San Silvestro. Ecco una guida alle migliori località per il Capodanno al freddo nel 2012:

 

Stoccolma: Stoccolma (qui le nostre guide) è una delle città più affascinanti d’Europa e lo diventa ancor di più nel periodo invernale, quando i canali ghiacciati rendono la città assolutamente magica. Per un Capodanno davvero glaciale, è possibile prenotare una stanza nell’Ice Hotel (clicca qui), un hotel completamente di ghiaccio situato a poca distanza dalla capitale, e rinvigorirsi nella giornata dell’1 con un eroica sauna nel ghiaccio.

 

Itinerario in Russia: l’inverno in Russia è stato celebrato da scrittori e poeti, che da sempre ritengono che questa stagione rappresenti al meglio l’animo russo; oltre a Mosca e San Pietroburgo, un modo per scoprire il lato più autentico del paese è quello di organizzare un itinerario tre le città dell’Anello d’Oro (qui la guida) . Visitare queste perle di storia e architettura a Capodanno rappresenta l’occasione unica per sperimentare, assieme all’indiscusso fascino invernale, la convivialità del popolo russo, partecipando alle numerose feste tradizionali organizzate in questo periodo.

 

Alla ricerca dell’Aurora Boreale: l’aurora boreale è un fenomeno ottico dovuto all’incontro tra il vento solare e la ionosfera terrestre ed è caratterizzata da bande luminose multicolori. A causa del campo magnetico terrestre, questo fenomeno si verifica solo attorno ai poli in determinati periodi dell’anno. Per quanto riguarda l’emisfero boreale, il periodo migliore per vederla è tra novembre e febbraio, con picchi tra i mesi di dicembre e gennaio. Per festeggiare il 2012 illuminati da questi archi magici, i luoghi migliori si trovano attorno al nord della Svezia (soprattutto Capo Nord), nella Lapponia Finlandese (a nord della Finlandia), al nord della Norvegia, in Islanda e, fuori dall’Europa, in Groenlandia e in Canada. Per saperne di più, clicca qui.

 

 

A New York: sebbene in estate le temperature superino abbondantemente i 30 gradi, a dicembre a New York si toccano i 20 gradi sotto zero. Dimenticati look metropolitani, uno dei modi migliori per festeggiare il Capodanno è coprirsi ‘a cipolla’ e buttarsi nella folla che, nonostante la neve, anima le vie centrali in attesa della mezzanotte e del tradizionale spettacolo pirotecnico che illumina lo skyline della città. Per informazioni su cosa fare a New York per il Capodanno 2012, clicca qui.

 

Sugli sci: si tratta di una delle scelte più popolari tra gli italiani che, in occasione del Capodanno, preparano sci e scarponi e riscoprono il loro lato sportivo sulle piste. Sebbene la stagione non sia iniziata nel migliore dei modi, negli ultimi giorni ha nevicato su gran parte delle Alpi e prima di Natale tutti gli impianti saranno aperti regolarmente. Le migliori località per un San Silvestro sulla neve sono tra le Dolomiti (clicca qui) la Valle d’Aosta (clicca qui) e la Valtellina (clicca qui). Per un’alternativa low cost, diversi paesi europei offrono impianti super a prezzi mini (clicca qui). Per maggiori info sul Capodanno sulla neve, clicca qui.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: