ViaggiNews

Anteprima mercatini di Natale: il calendario dei migliori in Italia

lunedì, 31 ottobre 2011

MERCATINI ITALIA CALENDARIO DATE MIGLIORI TRENTINO IMMACOLATA PONTE  MILANO NAPOLI/Roma-Il ponte di Ognissanti (qui tante idee per festeggiarlo…anche lastminute!) rappresenta il momento in cui, finita definitivamente la stagione calda, si inizia a pensare alle vacanze invernali. Oltre agli amanti dello sci (qui la guida alle location top per i principianti) e del relax ad alta quota (qui le migliori spa in montagna) numerosi appassionati non vedono l’ora che arrivi il Natale per scatenarsi nello shopping di regali e decorazioni. I mercatini che si tengono da fine Novembre fino ai giorni della Vigilia hanno luogo solitamente in località che permettono di unire agli acquisti (ovviamente a tema) la visita di paesaggi di grande fascino naturalistico e culturale. Il nostro paese, che per ragioni religiose e folkoristiche ha un legame solido con tutto ciò che è natalizio (si pensi al presepe), offre numerose alternative perfette sia per un weekend che per una gita fuori porta. Sebbene manchi quasi un mese all’inizio dei mercatini, è preferibile organizzarsi con un po’ di anticipo, soprattutto per chi intende muoversi attorno alla Festa dell’Immacolata dell’8 Dicembre. Ecco il calendario con i migliori mercatini di Natale di tutta la penisola.

 

Trentino Alto Adige

Patria per eccellenza dei mercatini natalizi di montagna, il Trentino offre diverse possibilità per sbizzarrirsi tra babbi natale di legno, tradizionali giocattoli fatti a mano, candele e palline per l’albero. Inoltre, in tutte le località si può fare una sosta gourmand per assaggiare (e acquistare) specialità tipiche come formaggi d’alpeggio, knoedel (canederli), speck dop e, per riscaldarsi, aromatico vin brulè. Ecco una lista con le date di tutte le principali località: Bolzano (presso Piazza Walther, dal 27 Novembre al 23 Dicembre, orario 10-19.30-clicca qui, per la nostra guida weekend clicca qui), Bressanone (presso Piazza Duomo, dal 25 Novembre al 6 Gennaio, orario 10-19.30-clicca qui), Brunico (presso Piazza Municipio, tra il 25 Novembre e il 6 Gennaio, orario 14.30-19.00-clicca qui), Merano (Piazza Centrale, tra il 25 Novembre e il 6 Gennaio, orario 10.30-19.30-clicca qui), Vipiteno (Piazza Città, 25 Novembre-6 Gennaio, orario 10-19-clicca qui), Rovereto (Natale dei Popoli, 25 Novembre-31 Dicembre-clicca qui) e Trento (Piazza Fiera, 19 Novembre-24 Dicembre, orario 10-19.30-clicca qui).

 

Lazio, Roma

Pur non potendo contare sulle atmosfere innevate dell’Alto Adige, la Capitale nel periodo di Natale si trasforma grazie alle mille luci che decorano il centro rendendolo il luogo perfetto per una passeggiata pomeridiana di shopping natalizio. Piazza Navona è secondo la tradizione il luogo di eccellenza dove comprare ogni tipo di decorazione per l’albero e tutti i personaggi del presepe (il mercatino apre il 26 Novembre e chiude dopo l’Epifania). Tra un acquisto e l’altro, si può deliziare il palato in uno dei numerosi stand di dolci oppure puntando su una cioccolateria (qui la nostra guida alle migliori) o pasticceria (qui le migliori) nei pressi della piazza.

 

Lombardia, Milano

Il capoluogo della Lombardia celebra l’arrivo del Natale con la Fiera degli ‘O bej!O bej!’, che cade attorno al 7 Dicembre (giorno di Sant’Ambrogio, patrono della città); questa data, secondo la leggenda, celebra un evento avvenuto nel 1500, quando il messo papale Giannetto Castiglione tentò di redimere la popolazione ambrosiana donando ai bambini numerosi regali. La manifestazione, che oggi ha luogo nel Castello Sforzesco, raccoglie oltre quattrocento espositori di artigianato, antiquariato e prodotti enogastronomici provenienti da tutta Italia. Per regali più fashion, è invece possibile consultare la nostra guida allo shopping di moda nei diversi quartieri del centro (clicca qui); chi cerca invece articoli e prodotti più tradizionali, può leggere il nostro itinerario tra i negozi storici della città (clicca qui).

 

Campania, Napoli

Creato secondo la tradizione da San Francesco d’Assisi (per ripercorrere il suo sentiero, clicca qui), il presepe vive la sua stagione d’oro a partire dal 1700 quando, uscito dalle chiese, diventa un oggetto di culto frivolo per le famiglie più aristocratiche della penisola. Nella città di Napoli fiorisce un vero e proprio stile (quello del cosiddetto ‘presepio napoletano‘) che coniuga ai personaggi religiosi scene tratte dalla vita popolare locale, che vedono spesso protagonisti rappresentazioni caricaturali di personaggi famosi del passato e del presente. Da oltre trecento anni, il luogo migliore per trovare queste statuette oltre a raffinatissimi presepi sotto vetro è San Gregorio Armeno, una via situata proprio vicino alla splendida omonima chiesa nel quartiere di Spaccanapoli. Le botteghe, aperte tutto l’anno, offrono inoltre divertenti oggetti porta-fortuna come cornini e piccoli scartellati (letteralmente, gobbi). Per maggiori informazioni, clicca qui.

 

CM

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: