Nuovo collegamento super veloce in Italia: finalmente è operativo

Un nuovo collegamento è finalmente operativo in Italia con una riduzione delle tempistiche che permetterà ai viaggiatori di muoversi ancor più facilmente tra le città italiane.

Una grande notizia, resa ufficiale dall’avvio di questo collegamento diretto il 23 gennaio 2023. La novità segna un grande punto di svolta sia per la velocità che per i collegamenti diretti.

Treno
Treno, nuovo collegamento (viagginews.com)

Si tratta infatti di un treno no stop, quindi senza fermate intermedie, che permetterà di raggiungere due delle principali città italiane. Ottimo per i viaggi di piacere ma anche di lavoro e per quanti si trovano anche a fare da pendolari.

Nuovo collegamento Trenitalia

Trenitalia ha annunciato due corse giornaliere con un collegamento diretto, quindi senza fermate, tra Milano Rogoredo e Roma Tiburtina, uno in andata e uno di ritorno.

Trenitalia
Trenitalia, treno super veloce (viagginews.com)

Il treno in partenza sarà da Roma alle 5.30 e arriverà a Milano alle 8.15, il ritorno invece sarà da Rogoredo alle 20.44 con arrivo alle 23.29. Il nuovo collegamento va ad inserirsi in una situazione già di ottimo collegamento, ci sono 90 treni che infatti connettono Milano e Roma, con 9 convogli diretti senza fermate e 81 Frecciarossa tra Milano e Roma con un tempo totale di 3 ore e 8 minuti.

Il treno diventa il diretto concorrente dell’aereo

Con questo trucco è possibile sempre trovare biglietti scontati a 9 euro. Queste novità sono molto interessanti per i collegamenti su base nazionale ma anche per quello che succedendo al trasporto in generale, con una nuova attenzione verso il mondo dei treni.

In questi anni gli aerei, anche grazie al low cost, hanno preso il sopravvento ma la scena futura potrebbe cambiare. Non solo infatti i treni sono sempre più veloci, basti pensare che l’Europa ha un primato con il TGV in Francia che arriva a quasi 600 chilometri orari, ma anche perché di fatto permette di collegare un centro città con un altro centro città. Non si tratta quindi di lunghe attese di un paio di ore, di spostamenti dall’aeroporto al cento e di biglietti che ormai non sono più così economici.

Con questi due fattori che convergono, la spinta, soprattutto per gli spostamenti in Europa e in generale a livello nazionale, sarà sempre più verso il treno che verso l’aereo. Ormai questi sono diretti concorrenti con linee eccellenti tra la Francia, la Svizzera, la Germania. L’Italia vanta uno dei treni più veloci in assoluto che ora viaggia intorno ai 300 chilometri ma è omologato per raggiungere anche i 400 chilometri orari e quindi la direzione sarà sempre più verso treni super veloci.