Cosa dovete mangiare il 1° gennaio per essere fortunati tutto l’anno

La tradizione passa anche dalla tavola, in particolare per quelle festività che hanno un valore speciale, un po’ simbolico, come Natale o Capodanno.

Per questo ci sono dei riti che si compiono ogni anno, un po’ per superstizione e un po’ per augurio. In particolare ci sono dei piatti da gustare che permettono di portare felicità e speranza.

Tavola di Capodanno
Tavola di Capodanno (viagginews.com)

Con l’arrivo del nuovo anno e dei buoni propositi un po’ di fortuna non guasta, scopriamo quindi quali sono i piatti della tradizione in Italia e nel mondo e soprattutto perché si mangiano il 1° gennaio.

Piatti da gustare il 1° gennaio

Iniziamo dalla tradizione casalinga, ovvero il cotechino con le lenticchie. Due elementi che non mancano mai e che vengono consumati per buon augurio. Le lenticchie rimandano all’abbondanza e soprattutto alla ricchezza quindi sono sempre di buon auspicio.

Cotechino
Cotechino (viagginews.com)

Come mai? Sin dai tempi degli antichi romani venivano assimilate alle monete e quindi si mangiavano come simbolo di ricchezza, poi sono diventate una consuetudine culturale anche perché l’Italia vanta una delle migliori produzioni e lavorazioni con alcune specialità come la lenticchia più piccola e quella più grande.

Il cotechino invece ha un significato un po’ mistico. Abitualmente si utilizzava perché il maiale, essendo un animale grasso e da sempre associato all’abbondanza era di buon augurio. Poi è diventato lo zampone con le lenticchie in tutto il Paese come simbolo del Capodanno. Questa tradizione però è antica ed è legata a storie contadine, quando si mangiava il maiale perché era facile da allevare e a basso costo. Proprio da questa consuetudine deriva la nostra tradizione odierna.

In Francia per il Capodanno come per il Natale si servono 13 pietanze, questo è un richiamo ai dodici apostoli e Gesù, quindi una tradizione religiosa, al numero 13 e alla numerologia in generale. Ricorre spesso non solo il 13 ma anche il 7. In particolare però le pietanze devono essere a base di frutta secca perchè è di buon augurio. Anche in Abruzzo c’è una tradizione simile per i numeri ma si mangiano delle zuppe a base di legumi.

Le pietanze per il Capodanno

Invece in Spagna la tradizione è differente, per festeggiare il nuovo anno si deve mangiare l’uva. Dodici chicchi come i mesi che verranno. Dopotutto l’uva è sempre stato simbolo di festeggiamento e gioia e quindi è normale che venga utilizzata per il nuovo anno. Anche il riso è una pietanza molto utilizzata perché è simbolo di prosperità, non a caso infatti si butta agli sposi al termine del matrimonio.

In America invece si mangiano pietanze che ricordano i colori del dollaro come il cavolo, sempre con l’augurio di una ricchezza per il nuovo anno. Insomma, ogni paese ha la sua tradizione, la particolarità è che ognuna delle storie è sempre legata al passato e quindi perché non replicarla ancora per la speranza di un anno nuovo eccellente?