Capodanno a tavola: da Nord a Sud, la tradizione in Italia

Paese che vai, tradizione che trovi e cosa c’è di meglio delle feste per scoprire le differenze e le unicità a tavola? In Italia, da Nord a Sud, ci sono differenze incredibili che permettono di scoprire specialità molto differenti tra loro.

Un momento per festeggiare con amici e parenti, condividendo la festa ma anche le specialità della tavola. Il menù è tutto una scoperta, con i sapori della tradizione e anche qualche elemento che richiama il senso mistico, tra buon auspicio e mistero.

Capodanno in tavola
Capodanno in tavola (viagginews.com)

Si potrebbe fare un viaggio enogastronomico per scoprire tutto il meglio delle pietanze del posto, per un’esperienza che passa per la tavola.

Capodanno a tavola da Nord a Sud

In Italia il cenone è completo, dall’antipasto al dolce, sia la sera del 31 che il giorno 1, quindi si inizia alla grande con sfizioserie di vario tipo e si passa poi al primo piatto che dice molto della regione e della città. Ad esempio in Trentino Alto Adige tra i piatti da mettere in tavola ci sono i canederli o gli gnocchi di pane in brodo che vengono rosolati con il burro e arricchiti con uova e spezie.

Capodanno
Capodanno (viagginews.com)

Invece in Piemonte la tradizione vuole che siano gli agnolotti a regnare, quelli del plin con carne e conditi anche con un sugo a base di carne. In Emilia invece sono i tortellini in brodo i protagonisti assoluti, nel Lazio a tavola si servono gnocchi alla romana o cannelloni con varianti differenti. A Napoli non mancano gli spaghetti con vongole e frutti di mare, come vuole la tradizione natalizia. Per la Calabria il piatto principale è a base di nduja mentre in Sicilia di va di lasagna al ragù. Per i sardi la tradizione porta il mare quindi ravioli a  base di pesce o fregola sarda e frutti di mare.

Secondi piatti e dolci della tradizione

Per quanto riguarda i secondi piatti troviamo a Napoli il capitone, il baccalà e la frittura di pesce, mentre in Sicilia troviamo i secondi a base di pesce come spiedini di gamberi e calamari, oppure a base di carne come maiale impanato con caponata siciliana. In Piemonte invece il secondo è carnivoro quindi piatto di bollito con brodo e pane.

Un piatto che non manca mai in nessuna casa e che si mangia rigorosamente a mezzanotte come augurio per l’anno nuovo è il cotechino con le lenticchie, per la prosperità. Per finire in bellezza ci sono poi i dolci, tipicamente al Nord si mangia il Bonet una sorta di budino al cioccolato con amaretti e rhum, mentre al Sud è molto sentita l’usanza di mangiare della frutta secca per chiudere il pasto e poi consumare i dolci natalizi, tipicamente quelli della tradizione che possono variare da città a città.

Ciò che non manca mai in nessuna tavola è sicuramente panettone, pandoro e torrone, accompagnato da un bel bicchiere di spumante per concludere e iniziare al meglio.