Frantoi Aperti in Umbria, la festa dell’olio più grande d’Italia

Frantoi Aperti in Umbria, la festa dell’olio più grande d’Italia, anche low cost. Tutte le informazioni utili da conoscere.

Il mese di novembre è tradizionalmente legato alle sagre e feste dell’olio nuovo. Dopo la raccolta delle olive e la spremitura, sono pronte le bottiglie che contengono quello che viene definito “oro verde“, un ingrediente e condimento prezioso della nostra cucina, con proprietà preziose anche per la salute.

frantoi aperti umbria olio
Frantoi Aperti in Umbria, la festa dell’olio più grande d’Italia (Frantoio in Umbria. Adobe Stock)

Le feste dell’olio sono occasioni per degustare l’olio d’oliva appena imbottigliato, per assaggiare le specialità gastronomiche del territorio e partecipare a iniziative che vanno dalla consapevolezza e tutela dell’ambiente allo spettacolo e divertimento.

Le piazze di borghi e città si popolano di stand gastronomici, bancarelle dei mercatini, palchi con musica dal vivo, spettacoli, incontri e tanto altro.

Tra le feste dell’olio più importanti d’Italia segnaliamo la grande manifestazione Frantoi Aperti che coinvolge diversi centri dell’Umbria. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Frantoi Aperti in Umbria, la festa dell’olio più grande d’Italia

Iniziata lo scorso 29 ottobre, la rassegna dedicata all’olio d’oliva Frantoi Aperti, in Umbria, si terrà per quasi tutto il mese di novembre, fino a domenica 27.

Giunta alla 25^ edizione, la manifestazione coinvolge diverse città e piccoli comuni dell’Umbria e non a caso è stata definita la più grande festa dell’olio d’Italia. Il pubblico potrà visitare i frantoi storici della regione, degustare l’olio nuovo su pane fragrante, assaggiare le specialità tradizionali della cucina locale ma anche partecipare ad eventi culturali, incontri, spettacoli, concerti di musica dal vivo e fare escursioni a piedi e in bicicletta nella campagna umbra.

I luoghi e gli eventi

I centri umbri dove si potrà partecipare a Frantoi Aperti sono: Amelia, Arrone, Assisi, Campitello sul Clitunno, Castel Ritardi, Gualdo Cattaneo, Giano dell’Umbria, Magione, Passignano sul Trasimeno, Piegaro, Spello, Spoleto, Todi, Trevi, Tuoro sul Trasimeno.

Gli eventi si concentrano nei finesettimana di novembre. Accanto alle degustazioni con visita ai frantoi, si organizzano visite guidate nei centri storici dei borghi, passeggiate e picnic negli oliveti, pedalate in bicicletta nei boschi e tra gli ulivi con merenda, laboratori per grandi e bambini, escursioni nel territorio alla scoperta dei luoghi storici e delle bellezze naturali, cooking show con chef famosi, mostre mercato con i prodotti del territorio, conferenze, mostre fotografiche, brunch e musica tra gli olivi, Olio a fumetti, i Racconti di Barbanera attorno al fuoco e tanto altro.

Per ulteriori informazioni su Frantoi Aperti: ww.frantoiaperti.net

frantoi aperti umbria olio
Olivi in Umbria (Adobe Stock)

Chi raggiunge le località di Frantoi Aperti con i regionali di Trenitalia, poi, avrà diritto a uno sconto del 10% su alcune attività. È sufficiente presentare il biglietto del treno valido lo stesso giorno dell’evento. I bambini fino a 4 anni partecipano gratis e i ragazzi fino a 12 anni pagano metà prezzo, sia il biglietto del regionale che la tariffa di accesso agli eventi.

Con i treni regionali si arriva alle città di Assisi, Spello, Trevi, Campello sul Clitunno e Spoleto, punti di partenza delle navette gratuite per i frantoi e delle passeggiate a piedi o in bicicletta.

Per maggiori informazioni sulla promozione: www.trenitalia.com/it/treni_regionali/umbria/frantoi-aperti.html