Chiude l’aeroporto di Ciampino: dove sarà il nuovo scalo di Roma

L’aeroporto di Ciampino chiude, una novità che spiazza i viaggiatori e che anticipa una serie di novità per gli aeroporti di Roma. Scopriamo come e quando avverrà questa trasformazione.

Da tempo si parla della chiusura dell’aeroporto di Ciampino che potrebbe essere in prima istanza un ridimensionamento, questo per consentire la gestione dei voli che partono e arrivano dal famoso scalo, uno dei principali sul territorio italiano.

Aeroporto Ciampino
Aeroporto Ciampino (adobe stock)

L’obiettivo finale è quello di aprire un nuovo scalo, il tutto rientra in un piano straordinario che è stato pensato dall’Enac per gli aeroporti della Capitale e che dovrà ottenere il via del Ministero dei Trasporti. Ma la domanda è dove sarà il nuovo aeroporto di Roma?

Chiude Ciampino, nasce un nuovo aeroporto: ecco dove

Ciampino rientra quindi a tutti gli effetti in quello che sarà il piano di modifica pensato da Enac con il lasciapassare del Governo. Ci saranno modifiche sia sul breve periodo, per quanto riguarda il flusso di aerei e sia per il lungo periodo con l’introduzione di un nuovo aeroporto.

L’aeroporto di Ciampino chiuso è una delle novità che più preoccupano i viaggiatori, in realtà, come annunciato si tratterà in primo luogo di un ridimensionamento, quindi di un cambiamento delle attività per portare poi alla novità di tutte: l’apertura di un nuovo aeroporto civile a Frosinone. In questo modo il capoluogo del Lazio diventerebbe un hub di tutto rilievo nel centro-sud Italia permettendo di ottimizzare i trasporti in modo eccellente.

Ci sarà anche un potenziamento dell’alta velocità per creare una rete perfetta che faciliti all’atto pratico la vita delle persone. Enac vuole anche migliorare l’aeroporto Urbe che si trova in via Salaria, in questo modo sarebbe possibile dare una forte spinta al turismo locale. 

Chiusura Ciampino: cosa succederà

Il presidente dell’Enac ha spiegato che non si tratterà subito di una chiusura per Ciampino, ma che ci sono delle gravi criticità per tutta la zona, cosa che arreca molti danni a coloro che ci vivono e anche l’impossibilità di espandere un aeroporto così importante.

La notizia non ha fatto felice Ryanair e infatti Micheal O’Leary ha definito impossibile chiudere lo scalo e tagliare tutti i voli, vista l’importanza che riveste per i viaggiatori e anche per coloro che vogliono trovare delle tratte economiche e arrivano da altre parti d’Italia. Secondo l’amministratore delegato non ci sarebbe questo problema segnalato. Dopotutto Ryanair ha una copertura del 40% dei voli in Italia che dovrebbe presto espandersi fino al 43%, la chiusura di uno scalo così importante non porterebbe a niente di buono. 

Voli Ciampino
Voli Ciampino (Adobe stock)

La situazione di un’eventuale chiusura, visti i flussi in arrivo anche dall’Europa che si sono intensificati negli ultimi mesi, porterebbe certamente a problemi organizzativi. Probabilmente questo potrebbe spingere a rallentare la transizione o modificare le direttive per un piano che accolga al meglio le esigenze dei passeggeri.

Le novità per i viaggiatori che partono da questo scalo non finiscono qui. Uno degli obiettivi è tagliare le tratte intercontinentali che avvengono oggi su Milano Linate. Molti passeggeri usano questo hub infatti per partire e fare scalo in Germania o Francia e poi proseguire per gli Stati Uniti.

Dunque la chiusura di Ciampino è rimandata, mentre si pensa di rafforzare l’aeroporto dell’Urbe sulla via Salaria e di aprire un nuovo hub a Frosinone. Insomma, la questione voli a Roma presto cambierà.