Eurovision 2022, Ucraina: Kalush, chi sono e origini della canzone in gara

L’Ucraina sarà rappresentata dai Kalush agli Eurovision Song Contest 2022. Ma scopriamo chi sono e soprattutto di cosa parla Stefania, la canzone in gara.

L’appuntamento con l’Eurovision Song Contest 2022 è alle porte. Torino e il PalaOlimpico sono pronti per accogliere la gara canora che si terrà dal 10 al 14 maggio 2022. Quest’anno però, la 66°edizione della kermesse, assume un valore importante.

Non solo per noi italiani visto che siamo noi ad ospitarla, ma per tutti. A causa infatti della guerra l’esibizione e la partecipazione di un cantante ucraino assume un valore emotivo inestimabile. Ma chi rappresenterà l’Ucraina all’Eurovision? Si tratta in realtà di una band, il cui nome è Kalush, con la canzone “Stefania”.

Chi sono i Kalush e di cosa parla la canzone dell’Eurovision

Kalush è una band e Stefania, è il brano che rappresenta l’Ucraina agli Eurovision. Una canzone che parla delle mamme dei membri del gruppo, musicando vere e proprie esperienze di vita. Il leader della band Oleh Psiuk ha raccontato di non aver mai dedicato una canzone a qualcuno, ma la decisione di scrivere per sua madre si è rivelata bellissima.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da KALUSH (@kalush.official)

 

Il comunicato stampa di presentazione della band è chiaro: i Kalush porteranno sul palco dell’Eurovision messaggi importanti, tenendo alta la bandiera dell’Ucraina. Cosa evidente anche nell’outfit con i giubbotti tradizionali hutsul keepar, il cappello rosa da pescatore e il travestimento del popolo di Uhtsul, dell’Ucraina occidentale.

Il nome della band è ispirato dalla piccola città industriale che ha dato i natali al frontman e leader della band Oleh Psiuk (alias The Psiuchyi Son). Il gruppo è relativamente giovane visto che è nato nel 2019 grazie ad un annuncio su Facebook. Il loro primo singolo “Shtomber Womber” è stato pubblicato nel dicembre del 2021.

il video della canzone in gara per l’ucraina all’eurovision 2022

Grazie alla partecipazione all’Eurovision i Kalush hanno sulle spalle un compito importante, quello di dar voce a una nazione devastata dalla guerra come l’Ucraina.