Dove andare in bicicletta: 5 posti spettacolari in Europa

Andare in giro in bici per scoprire una città. E’ uno dei modi migliori per visitare un posto nuovo divertendosi. In Europa ci sono 5 posti spettacolari dove andare in bici

Altro che treno, auto o aereo. La nuova frontiera dei viaggi è la bicicletta! Il cicloturismo conquista sempre più appassionati che si ritrovano a pedalare tutti insieme – preferibilmente – lungo le ciclovie di tutta Europa.

giornate nazionali cicloturismo

Ma la bicicletta è anche il mezzo ideale per scoprire città e borghi. Per avere un punto di vista insolito e anche per divertirsi mentre si visita un posto nuovo. Un mezzo che piace a grandi e piccoli. Ma dove andare in bicicletta? Ecco 5 posti spettacolari da visitare in bici.

I 5 posti più belli da vedere in bicicletta in Europa

  • Bordeaux – Francia
  • Ferrara – Italia
  • Copenaghen – Danimarca
  • Giethoorn –  Olanda
  • Gent – Belgio

Bordeaux, vino e paesaggi spettacolari in bicicletta

E’ una delle città francesi con più piste ciclabili: ben 200 km. Ed è una di quelle più verdi in assoluto. Insomma Bordeaux, incantevole cittadina nel sud della Francia, è perfetta per essere visitata a bordo di una  bici.

Potrete scegliere di girare per il centro cittadino oppure andare verso fuori alla scoperta dei vigneti della zona e fermarvi per una degustazione. Le piste ciclabili infatti non mancano e potrete muovervi con tutta tranquillità.

Copenaghen, impossibile senza bicicletta

C’è un solo modo per scoprire Copenaghen ed è in sella ad una bici. Qui tutti vanno in bicicletta e avrete dunque una voglia irresistibile di farlo anche voi. D’altronde questa è la città della bicicletta e perfino i tempi dei semafori sono calcolati sulla velocità dei ciclisti.

Avrete a disposizione dunque piste ciclabili, parcheggi e perfino una pista sopraelevata dove passeggiare godendo di spettacolari panorami.

Ferrara, la città italiana della bicicletta

Ferrara è la città italiana che fa concorrenza a quelle del nord Europa riguardo l’uso della bicicletta. Quasi la metà dei suoi cittadini infatti usa giornalmente la bici per spostarsi. E se visitate la città potrete anche voi godere del piacere di andare alla scoperta di questa incantevole cittadina pedalando.

Oltre a innumerevoli ciclovie cittadini ci sono percorsi in bici anche per andare alla scoperta del Delta del Po ed immergersi così nella natura al ritmo piacevole delle due ruote.

bicicletta-pista-ciclabile

Un giro in biciclette nella piccola Venezia

L’Olanda in quanto a biciclette è indubbiamente regina in Europa. In bici potete girare le grandi città come Amsterdam o Rotterdam oppure andare alal scoperta della campagna olandese fra mulini a vento e campi di tulipani.

E poi potete andare a visitare la piccola cittadina di Giethoorn, detta la Venezia del Nord. Il perché del nome si capisce subito: è totalmente costruita sui canali. Qui non ci sono auto, ma solo barche e bici. Infatti grazie agli oltre 170 ponti potrete divertirvi a muovervi fra questi isolotti.

In bici in Belgio a Gent

Anche il Belgio in quanto a biciclette la sa lunga. Ma la cittadina a più alta vocazione ambientalista è la piccola Gent. Questo gioiellino ha bandito le auto sin dal 1996 incentivando il trasporto pubblico e le biciclette. Dunque oggi si può girare Gent e andare alla scoperta dei suoi dintorni in sella a una bicicletta su comode e attrezzate ciclovie.

Previous articleMacarons a Parigi: le pasticcerie dove trovare i più buoni
Next articleI 5 borghi sul mare della Campania da visitare a primavera
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.