Vi siete mai chiesti dove e quando sono nati gli sci?

Chi ama sciare li indossa sempre e cerca anche i modelli più all’avanguardia. Ma sapete quando sono nati?

Sci, quando sono nati?
Quando sono nati gli sci – AdobeStock

In inverno gli amanti degli sport come lo sci, lo snowboard, lo sci di fondo o le ciaspolate non vedono l’ora di avere a disposizione la famigerata settimana bianca per poter partire e raggiungere la destinazione a loro preferita per questa tipologia di vacanze. Tuttavia forse non ci siamo mai chiesti quando sono nati gli sci e soprattutto come è nata la nostra famigerata settimana bianca! A spiegarci tutto e a darci una risposta per questa curiosa domanda ci ha pensato Focus che ha messo insieme una serie di studi e scoperte archeologiche che soddisferanno la nostra curiosità.

I primi sci: le prove archeologiche

Per quanto riguarda gli sci sembra che le prove archeologiche più antiche risalgano a circa 4500 anni fa. Ma pare che esistessero degli sci ancora più antichi trovati addirittura in Russia: molto probabilmente le zone in cui venivano usati di più erano la Groenlandia e Nord America dove erano fondamentali per gli spostamenti. Qui è stato trovato anche probabilmente quello che può essere definito come l’antenato della ciaspola.

Quello però che è arrivato a noi è l’evoluzione dello sci che veniva usato principalmente in Svezia, Norvegia, Groenlandia e Islanda. Era molto stretto e lungo, più leggero degli altri e veniva aiutato nel movimento, grazie a un bastoncino.

L’evoluzione dello sci come sport

Chiaramente ci furono tantissimi varianti dello sci che da semplice mezzo di trasporto diventa anche fonte di divertimento. Risale infatti al 1833 la fondazione del primo Sci Club che ha permesso a tutti gli appassionati di imparare e testare una nuova tecnica sciistica con un mezzo più leggero pensata proprio per lo sport.

Sembra che alla diffusione anche di dello sci come competizione contribuì anche Arthur Conan Doyle, lo scrittore che ha dato vita a Sherlock Holmes. Altro momento chiave riguarda la nascita e l’apertura della prima stazione Alpina invernale italiana. Venne inaugurata a Torino il 6 gennaio 1906 a Sauze d’Oulx e, piano piano, chiaramente ci furono sempre più realtà e attrazioni attorno ad essa. Nel 1934 è stata inventata la prima funivia, e lentamente arrivarono anche altri impianti di risalita come seggiovie, slittovia…

È qui che nacque il concetto di Settimana Bianca. Le località dove si trovavano le piste sciistiche, infatti, divennero il fulcro vero e proprio di grandi attrazioni e commercio. Per questo molti uomini d’affari decisero di investire in queste realtà e il primo caso, diciamo di città alpina, creata proprio da un imprenditore Giovanni Agnelli fu, Sestriere.