Ottobrate Romane: cosa sono e cosa vedere a Roma in autunno

Ecco cosa sono le ottobrate romane, perché si chiamano così e dove andare per farle

Immaginate di camminare per le strade della Città Eterna con una luce calda che avvolge ogni cosa, oppure di fare un picnic in uno dei parchi di Roma in un’atmosfera quasi incantata, degna del migliore film fantasy. Fatto? Bene, ora prendete il computer, comprate i biglietti del treno e andate a Roma: durante le Ottobrate romane, tutto ciò che avete immaginato può diventare realtà.

ottobrate romane
La luce delle Ottobrate a Roma

Le Ottobrate romane: cosa sono

Le Ottobrate romane sono le giornate autunnali del mese di ottobre in cui a Roma c’è la temperatura perfetta per godersi lo splendore della città. Infatti, a ottobre non fa ovviamente mai il caldo torrido che caratterizza l’estate e a volte perfino alcune giornate di settembre; ma non fa nemmeno freddo, ne è piovoso come a novembre. Anzi in alcune giornate di ottobre il meteo è perfetto: piacevolmente tiepido.

Ma non è solo una questione meteorologica. Nell’antica Roma questo mese coincideva con il periodo della vendemmia, in cui ci si lasciava andare a qualche eccesso di troppo nei riti dei Baccanali.

Ad inizio ‘900 il rito della vendemmia continua ad essere un’importante richiamo per tutti i romani. E proprio fra fine ‘800 e i primi decenni del nuovo secolo nasce l’abitudine di organizzare delle gite alla scoperta della città, di solito il giovedì e la domenica di ottobre. Queste occasioni erano anche un momento perfetto per curare il proprio abbigliamento, soprattutto nel caso delle donne, e per spostarsi su sfarzosi carri.

Nel secondo dopo guerra seppur cambiate alcune tradizioni resistono. E in un certo senso anche le gite nel periodo delle ottobrate romane. Certo, non ci saranno i carri di una volta, e né abiti sfarzosi, ma la città Eterna è sempre lì che vi aspetta. Ecco dunque alcune proposte per le vostre Ottobrate romane.

Cosa fare a Roma nelle ottobrate romane

roma in autunno
Lungo il tevere: gli alberi in pieno foliage

Andare a Roma a ottobre vi permetterà di girare per la città senza soffrire il caldo, ma riscaldati da un’atmosfera piacevole. I viali alberati diventano una tavolozza di colori, i parchi cittadini una meraviglia, i monumenti si possono visitare senza folla. Roma ad ottobre è uno spettacolo. Ecco cosa fare:

  • pic-nic in un parco
  • andare sulla ciclabile lungo il Tevere
  • fermarsi sull’isola tiberina
  • andare al giardino degli Aranci
  • godere il panorama della città dal Gianicolo
  • andare sull’Appia Antica
  • in giro per musei

Andare in un parco di Roma

non potete non optare per un picnic in una delle sue incredibili ville. Roma è la città più verde d’Europa: vanta parchi enormi e bellissimi, dove rilassarsi.

Potete scegliere come meta la famosissima Villa Borghese – dove si trova la Galleria Borghese che racchiude preziosi capolavori di Bernini e Canova e il Pincio da cui godervi una vista su Piazza del Popolo e parte della città.

villa borghese ottobre roma
Il laghetto di Villa Borghese: si può prendere una barchetta a remi per un romantico giro

C’è poi Villa Ada con il suo laghetto, villa Glori vicino l’Auditorium della Musica, opera di Renzo Piano e dove in ottobre si svolge la Festa del Cinema; c’è l’enorme parco di Villa Doria Pamphilj dove non solo passeggiare, ma anche visitare lo splendido Casino.

E ancora il Parco della Caffarella, il Parco degli Acquedotti e il parco dell’Appia Antica dove ammirare l’antica strada romana, la tomba di Cecilia Metella e la chiesetta del Quo Vadis. Oltre che la Villa dei Quintili a poca distanza. Portate con voi il pranzo al sacco, così da non dovervi stressare per cercare del cibo, e godetevi la luce e lo splendore di questi luoghi.

Passeggiate nella città a ottobre

L’autunno e la bellezza di Roma la vedrete anche camminando lungo le strade urbane. La luce che caratterizza la Città Eterna ad ottobre è screziata di rosa e rosso e ogni angolo ne è illuminato. Dunque gambe in spalla e iniziate a camminare. Girate fra i vicoli di Trastevere affacciatevi poi sul Tevere e andate sull’Isola Tiberina per ammirare lo spettacolo dei platani color giallo e arancio che si specchiano sul fiume.

Andate poi alla Bocca della Verità, al Circo Massimo e godetevi la bellezza del Palatino al tramonto. Alle vostre spalle si trova il roseto dove potrete ammirare le ultime rose che sbocciano. Salite poi all’Aventino per vedere le sue bellissime chiese di Sant’Alessio e Santa Sabina e il giardino degli Aranci. Meraviglioso in autunno e dove ammirare un panorama su Roma spettacolare.

Scendete poi a Testaccio dove potrete guastare nei ristoranti tipici alcuni dei piatti tradizionali come la carbonara, l’amatriciana e la Cacio e Pepe. Dall’altra parte del fiume si trova il Gianicolo. Una buona camminata vi porterà a vedere il fontanone e poi in piazza Garibaldi l’affaccio sulla città.

E poi c’è Monti con i suoi vicoli, i sali e scendi che vi portano fino ai Mercati di Traiano e dall’altra parte fino al Colosseo e a San Pietro in Vincoli dove ammirare il Mosè di Michelangelo e poi camminando all’ombra degli alberi del Parco del Colle Oppio arrivare alla Basilica di San Giovanni.

Vedere i monumenti di Roma ad Ottobre

Roma è un museo a cielo aperto dunque passeggiare per Roma vuol dire vedere continuamente delle meraviglie. Il vantaggio di farlo ad ottobre è evitare la ressa che solitamente affolla le vie del centro storico e l’ingresso ai monumenti; ed evitare il caldo insopportabile dell’estate.

Ad ottobre dunque concedetevi una visita del Foro Romano, del Colosseo e del Palatino. Senza il solleone e senza freddo sarà entusiasmante girare in uno dei siti archeologici più importanti del mondo. Andate poi in piazza del Campidoglio all’ora del tramonto e affacciatevi verso il Foro: la luce che la illumina ad ottobre è magnifica.

ottobrate a roma
La vista di San Pietro da Ponte Umberto I in autunno

Passeggiate poi per il Centro Storico: piazza Navona, il Pantheon, Fontana di Trevi, via del Corso, piazza di Spagna, piazza Venezia, il portico d’Ottavia. E poi Castel Sant’Angelo e San Pietro. Fermatevi su Ponte dell’Angelo e guardate verso San Pietro: i platani vestiti di colori autunnali affacciati sul Tevere renderanno il panorama meraviglioso. Anzi ancora meglio se lo fate dal Ponte del Palazzaccio, ovvero il Palazzo di Giustizia: il colpo d’occhio è favoloso.

Andare per musei a Roma

Roma vanta musei straordinari che qualsiasi sia il tempo esterno vanno obbligatoriamente visti. Ad ottobre quando si fa l’imbrunire cosa c’è di meglio che andare a visitare un museo, ammirare dei capolavori assoluti e poi una volta usciti concedersi un peccato di gola come una bella cioccolata calda?

Inoltre a Roma alcuni musei sono posizionati in mezzo alla natura come la Galleria Borghese o la Galleria Nazionale d’Arte Moderna. Così da rendere ancora più affascinante la visita.

ottobre a roma
La Galleria Borghese uno dei musei più importanti del mondo

Concedetevi qualche ora per visitare i Musei Vaticani e ammirare la straordinaria bellezza della Cappella Sistina. Andate poi ai Musei Capitolini, al Museo Etrusco di Valle Giulia, al Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo, al MAXXI, alla Galleria Doria Pamphili.

Ottobre è sicuramente uno dei mesi migliori per una visita alla città di Roma, sia che la conosciate già sia che vogliate andarci per la prima volta. Caricate le macchine fotografiche o i vostri smartphone per scattare delle foto degne dei migliori fotografi in circolazione, e godetevi lo spettacolo delle ottobrate romane.

A cura di Cinzia Zadro e Chiara Pedrocchi