Pechino Express 2021: ultime novità sul programma di viaggio

Il reality è passato su Sky. Quando verrà trasmesso. In Francia una tragedia durante il programma

Costantino della Gherardesca conduttore di Pechino Express
Costantino della Gherardesca conduttore di Pechino Express

Viaggiare il mondo con uno zaino in spalla e con pochi soldi in tasca. Un modo di intendere il viaggio, di entrare davvero in contatto con la cultura del posto e con i suoi abitanti. E se pur all’interno di un gioco, di una sfida e di un reality era questo lo spirito di Pechino Express, il reality di viaggio, andato in onda per molte edizioni su Rai Due.

Il programma diventato sempre più un reality con tanto di opinionisti in studio a commentare le vicende e le relazioni, più che farci ammirare i posti, e con i concorrenti più impegnati a discutere che a visitare il luogo è stato comunque un grandissimo successo. E molti si chiedono ma che fine ha fatto l’edizione 2021?

Pechino Express 2021: le riprese a settembre

Pechino Express ha abbandonato la Rai per approdare su Sky, ma da qui non è più partito per il mondo come ci si aspettava. Le restrizioni dovute all’emergenza Covid hanno ovviamente creato molti problemi organizzativi. La produzione non è riuscita a creare il viaggio e a visitare i posti. Così per il momento è stato tutto sospeso.

Indiscrezioni rivelano che è possibile che la macchina di Pechino Express si metta in moto quest’estate, e che possa essere pronto entro la fine dell’anno per novembre 2021. Ma il rischio è che se ne riparli nel 2022.

Pechino Express, i luoghi delle altre edizioni

La prima edizione del programma fu condotto da Emanuele Filiberto, era il 2012, e i concorrenti percorsero quasi 8 mila km fra India, Nepal e Cina. Quella prima edizione la vinsero ‘Gli Attori’ Alessandro Sampaoli e Debora Villa’. Lo scettro della conduzione è poi passato nelle mandi di Costantino della Gherardesca che ci ha guidato nelle successive 7 edizioni.

Quelle del 2013 e 2014 si sono svolte nel Sud Est Asiatico, quelle del 2015 e del 2016 in America del Sud fra Ecuador, Perù Brasile e Colombia, Guatemala e Messico. Poi nel 2017 si torna in Asia Filippine, Taiwan e Giappone. Poi nel 2018 per la prima volta in Africa: un viaggio lunghissimo dal Marocco alla Tanzania al Sudafrica.

L’ultima edizione quella del 2020, la più seguita tra l’altro, ha visto i concorrenti correre dalla Thailandia, alla Cina alla Corea del Sud.

Pekin Express, un morto in Francia

Mentre l’edizione italiana di Pechino Express è ferma, l’edizione francese invece si svolge regolarmente nonostante le difficoltà dovute al covid. Purtroppo durante le riprese è avvenuta una tragedia.

Una coppia di concorrenti si trovava in Turchia ed era riuscita a trovare un passaggio in auto. La macchina dove si trovavano ha un violentissimo incidente. Il guidatore, un anziano di 82 anni, è morto sul colpo. I concorrenti, Aurora e Jonathan, e il cameraman sono stati trasportati d’urgenza in ospedale. Le loro condizioni fortunatamente sono buone.

La immagini del tremendo impatto non sono state mandate in onda. La produzione ha espresso le sue condoglianze alla famiglia dello sfortunato autista. Ma il programma non si ferma.

Previous articleDove trasferirsi per guadagnare di più: stipendi e costo della vita
Next articleMeteo del weekend del primo maggio: potremo stare all’aperto?
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.