13 Hours, la vera storia dell’attentato terroristico al Consolato USA a Bengasi

Stasera su Rete 4 alle 21.27 andrà in onda “13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi”. Ecco la storia a cui è ispirato. 

13 Hours

“13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi” (conosciuto semplicemente anche come “13 Hours”) è un film co-prodotto e diretto da Michael Bay nel 2016. Il film è l’adattamento cinematografico dell’omonimo libro di Mitchell Zuckoff, dove vengono trattati i fatti realmente accaduti l’11 settembre 2012 (quando a Bengasi, in Libia, un gruppo di militanti islamici attaccò il consolato statunitense).

Tra film e realtà

Nel film (come nella realtà) è la sera dell’undicesimo anniversario degli attacchi dell’11 settembre, quando un gruppo di militanti islamici attacca un avamposto diplomatico americano. Successivamente, lo stesso gruppo attacca anche una dépendance della CIA a Bengasi (in Libia). Una squadra di sicurezza formata da sette membri lotta per poter salvare la vita degli americani presenti sul posto, ma purtroppo non riesce a portare via l’Ambasciatore statunitense John Christopher Stevens.

Leggi anche -> Stasera in tv, Non è l’Arena: ospiti e anticipazioni del 28 febbraio

“Se non venite qui presto, finiremo col morire tutti”: la frase, famosissima, è reale. Mentre erano ancora nel loro avamposto, infatti, i soldati ricevettero una chiamata dal consolato con questo messaggio. Una volta arrivati, però, i soldati chiamati non riuscirono a trovare l’Ambasciatore per via del fumo provocato dalle fiamme dell’incendio appiccato nella dépendance. Il suo corpo venne rinvenuto dai libici solo il giorno dopo: Stevens era stato ferito così gravemente da non poter sopravvivere.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Sia agli Oscar che ai Satellite Awards “13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi” è stato candidato al premio per il miglior suono. Nel film (secondo il sito Everyeye), i protagonisti in alcune scene si ritrovano in scenari quasi apocalittici: non a caso, una delle scene clou sembra essere ispirata al film “Zombieland”. Proprio come nella pellicola sugli zombie, i soldati si ritrovano chiusi in un fortino senza possibilità di richiedere aiuto dall’esterno, attaccati da un’orda infinita di nemici.

13 Hours