Chi è Don Alberto Ravagnani, il prete social con un canale YouTube

Quando si parla di preti, “social” non è la prima cosa che viene in mente: eppure Don Alberto Ravagnani ha deciso di insegnare su YouTube. 

Don Alberto Ravagnani

“Sono un prete, vivo in oratorio, insegno a scuola. Ogni tanto faccio cose sui social. La fede mi fa godere di più la mia vita. Per questo ne parlo. W la fede”: così si presenta Don Alberto Ravagnani sul suo canale YouTube. Forse l’idea gli è nata proprio per via della sua età: a soli 27 anni, Ravagnani sa perfettamente che il modo migliore per avvicinare i giovani è lavorando online. Molte parrocchie, seguendo il suo esempio, in tempo di Covid si sono spostate online (con tanti preti che celebrano messe in streaming live).

Oltre 134.000 seguaci

Don Alberto Ravagnani ha riscosso un certo successo sui social, dove spesso parla di argomenti molto seri (come la fede e la spiritualità) con tono allegro. “I social network non sono il male. Sui social può capitare il male perché dietro ci sono anche persone che fanno il male” spiega il prete, che vorrebbe però un po’ più di sicurezza online. “I social sono pensati da esperti per entrare nella testa delle persone e utilizzano espedienti e linguaggi sofisticati perché gli utenti restino sempre più tempo online. Un adulto ha gli strumenti per utilizzarlo con consapevolezza, ma i bambini vengono inevitabilmente condizionati”.

Leggi anche -> Papa Francesco, chi è Jorge Mario Bergoglio: dall’Argentina a San Pietro

La sua missione, quindi, non è solo quella di parlare della fede religiosa: vorrebbe creare con i suoi contenuti uno spazio “sicuro” per tutti i ragazzi che navigano sul web (sopratutto i più piccoli). “Con il web abbiamo l’immensa possibilità di comunicare il messaggio che infiamma i nostri cuori attraverso canali efficaci. Da parte mia, posso dire che funziona: i messaggi arrivano davvero. Non credo proprio che il Vangelo abbia paura dei social network…”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Don Alberto non è però completamente esente dalle critiche: tempo fa, alcune sue affermazioni sull’omosessualità non sono state apprezzate. “Io non so se essere omosessuali sia una cosa normale. Cosa vuol dire normale? […] Dal punto di vista biologico non è normale, che il mio corpo sia attratto dal corpo… O meglio, questo può capitare ma mi rendo conto che c’è qualcosa che non funziona” avrebbe affermato il prete durante un podcast online. “Vecchie visioni, già superate dalla scienza, ma dette in modo giovane: avanguardia pura!” risponde in un articolo online il sito Neg.zone.

Don Alberto Ravagnani