Inter, notizia clamorosa: Zhang può lasciare la presidenza

Secondo le ultime voci di mercato Suning potrebbe anche vendere l’intero pacchetto azionario dell’Inter per risanare i debiti.

L’ascesa dell’Inter verso il vertice della classifica è iniziata nel 2016, quando Thohir ha venduto la società al gruppo Suning e Zhang è diventato il presidente della squadra milanese. L’obbiettivo del gruppo industriale cinese, uno dei più grandi esistenti non solo nel Paese asiatico, era quello di rilanciare l’Inter e portarlo a vincere dei trofei assenti dal magnifico 2010. Per raggiungere tale obiettivo sono stati fatti tanti acquisti di primissimo piano ed è stato ingaggiato uno dei migliori allenatori sulla piazza: Antonio Conte.

Il matrimonio tra l’allenatore leccese e la dirigenza cinese non è dei più sereni e la partnership potrebbe sciogliersi a partire dal prossimo giugno. Conte non ha rispettato le aspettative del club nello scorso campionato, non riuscendo a portare a casa né lo Scudetto né una Europa League che sembravano alla portata. Questa stagione è cominciata nel peggiore dei modi, con un inizio campionato complicato e la clamorosa esclusione dalle coppe europee.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Inter: non solo Conte anche Zhang potrebbe lasciare

Ai risultati bisogna aggiungere anche un crescente malumore per le richieste e le uscite pubbliche di Conte. Alla fine dello scorso campionato una dichiarazione del tecnico ha portato ad una minaccia di licenziamento da parte di Suning, rientrata dopo che Antonio ha chiarito la sua posizione e si è scusato per il malinteso. Tuttavia il suo atteggiamento non è cambiato in questa stagione, visto che dopo l’uscita dalla Champions ed il mancato raggiungimento anche del posto in Europa League si è lamentato con la società per il mercato.

Leggi anche ->Calciomercato, Gomez si allena da solo: addio sempre più vicino

A questo punto l’allenatore nerazzurro si trova all’ultima spiaggia: Conte è costretto a vincere lo scudetto per non ritenere la sua esperienza sulla panchina dell’Inter totalmente fallimentare. Prima di un eventuale addio di Conte, però, si è palesata la possibilità di un addio della presidenza. Il gruppo Suning a causa della pandemia è in perdita e cerca azionisti di minoranza per risanare il debito. La ricerca è stata affidata alla Rothshild con l’obiettivo di trovare un’acquirente disposto a prendere il 31% del pacchetto azionario.

Leggi anche ->Calciomercato Inter: addio Nainggolan, arriva Pellè? Le prossime mosse

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, però, il mandato non escluderebbe la vendita totale del pacchetto azionario. Se ci fosse, dunque, un compratore deciso a farsi carico della spesa, Suning potrebbe anche accettare di vendere le proprie quote per intero. Un qualcosa di molto simile a quanto accaduto precedentemente sia con Moratti che con Thohir. Attualmente si tratta solamente di una voce di mercato, dunque nulla di cui preoccuparsi, ciò nonostante si tratta dell’ennesimo elemento destabilizzante per la squadra e l’ambiente.