Coronavirus 26 novembre: quasi 30mila contagi, oltre 800 morti

L’analisi dei dati della diffusione del Coronavirus oggi 26 novembre in Italia: quasi 30mila contagi, oltre 800 morti.

(TIZIANA FABI/AFP via Getty Images)

29.003 nuovi contagi, 822 morti e 3.846 in terapia intensiva con oltre 230mila tamponi effettuati: questi i numeri del contagio da Coronavirus oggi 26 novembre in Italia. Dopo la frenata di ieri, aumentano gli attualmente positivi. Diminuiscono di appena due persone i ricoveri in terapia intensiva. Si tratta comunque di piccoli segnali di miglioramento.

LEGGI ANCHE -> Iva Zanicchi, dramma: morto il fratello positivo al Coronavirus

Si mantiene sui livelli degli ultimi giorni invece l’incidenza tra positivi e tamponi effettuati, che è al 12,4%. Importante anche il dato dei guariti: sono 24.031, molti meno di ieri quando però si è verificato un record con oltre 30mila casi di guariti e dimessi in appena 24 ore. Pesa ancora il dato della Lombardia: 5.697 nuovi contagi, 207 morti.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, parla l’esperto americano: “Vaccino disponibile a metà dicembre”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dati Coronavirus oggi 26 novembre in Italia: le Regioni

La seconda Regione per numero di contagi torna a essere oggi il Veneto, dove si hanno quasi 4mila nuovi contagi. Supera il muro dei 3mila nuovi casi la Campania, mentre con 2.751 nuovi contagi troviamo il Piemonte, al quarto posto oggi per diffusione del contagio. Sopra i duemila nuovi casi oggi anche Lazio ed Emilia Romagna. Invece, risalgono i numeri della Sicilia, al settimo posto oggi per diffusione del contagio, scendono quelli della Puglia, mentre torna sopra i mille nuovi casi giornalieri la Toscana.

Con 44 nuovi casi, è la Valle d’Aosta, che pure è in risalita rispetto a ieri, la Regione con meno contagi. Aumentano i ricoveri in terapia intensiva nelle Regioni più piccole: oltre alla Valle d’Aosta, incremento anche in Molise e Basilicata. Ancora sono numero preoccupanti quelli che emergono in queste ore, sebbene negli ultimi 4 giorni il dato sia stato contenuto sotto i 30mila nuovi casi giornalieri.