Sting, una donna lo accusa di stupro: “Violentata a 15 anni”

Rischia di finire sotto processo il noto cantante Sting, una donna lo accusa di stupro: “Violentata a 15 anni”.

(screenshot video)

Una donna che dice di essere stata violentata all’età di 15 anni dal cantante Gordon Sumner, meglio noto come Sting, dopo un concerto del 1979 a Tempe, ha citato in giudizio il cantante in un tribunale federale di Phoenix accusandolo di violenza sessuale e aggressione.

Leggi anche: Sting, chi è la moglie Trudie Styler: età, carriera, vita privata

La causa intentata nella sede del tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Phoenix afferma che il cantante dei Police “iniziò a mostrare attenzione” per l’adolescente 41 anni fa durante un incontro con i fan in un negozio di dischi mentre la band era in tour. Secondo quanto riferito, le riprese video scattate dal membro della band Stewart Copeland mostrano la ragazza all’evento.

Leggi anche: Vacanze alternative? Si va in Toscana a vendemmiare nella tenuta di Sting

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le accuse di stupro a Sting: una vicenda datata 40 anni

Più tardi, la ragazza è andata in un club a Tempe con un’amica e i suoi genitori, dove avrebbe interagito di nuovo con il cantante prima che la band si esibisse. La causa afferma che ha lasciato il club con Sting per partecipare a una festa privata a Phoenix. Era in un veicolo guidato dal membro della band Andy Summers. Dopo la festa, l’adolescente è stato portato in un hotel dall’altra parte della strada rispetto al club. È stato nella camera d’albergo del cantante che lo stupro è avvenuto.

Anche in questo caso, ci sarebbero delle riprese di Stewart Copeland che dimostrano la presenza della ragazza nella stanza del cantante della nota band. Dopo la violenza sessuale, il cantante avrebbe chiamato un taxi e rispedito la ragazzina a casa. Non solo: l’accusa sostiene che il brano dei Police “Don’t Stand So Close To Me”, uno dei più celebri della band, faccia riferimento proprio a questa vicenda. Anche gli altri componenti della band e un manager sono stati messi sotto accusa per questa vicenda.