Coronavirus, l’isola dove il turismo è schizzato alle stelle

L’isola dove il turismo non si è mai fermato, anzi: c’è un boom di prenotazioni.

isola turismo
Adobe Stock

Se in tutto il mondo in questo periodo storico il settore dei viaggi ha subito un gravissimo tracollo per colpa della pandemia coronavirus c’è un’isola che invece sta letteralmente fronteggiando una vera e propria super ondata di turisti. Ma di che luogo stiamo parlando? Qual è questa meta così al top per le vacanze?

Il coronavirus ha fermato i viaggi, ma non qui

La pandemia da coronavirus ha causato un brusco stop ai viaggi, alle vacanze e anche in molti casi agli spostamenti. Questo perché il virus è molto contagioso. È rischioso quindi andare in luoghi pubblici oppure molto affollati.

I Governi ormai di tutto il mondo hanno preso tutte le misure necessarie proprio per evitare gli assembramenti in questo preciso periodo storico. In Italia stiamo vivendo anche dei mini-lockdown localizzati proprio per fermare l’avanzata e la curva del contagio da Coronavirus, ma non è così dappertutto.

L’isola dove c’è un boom di turisti

Come segnala Fanpage rilanciando la CNN sembra che ci sia un luogo nel mondo dove il turismo è alle stelle. Siamo nelle isole Chatham. Un arcipelago dell’Oceano Pacifico nella Nuova Zelanda e qui la stagione turistica che comincia novembre finisce a marzo sta vedendo una sovrabbondanza di prenotazione. I confini della Nuova Zelenada restano chiusi ma le due Isole principali della Nuova Zelanda sono state prese d’assalto proprio dalla popolazione locale che vuole andare in ferie senza doversi sottoporre a test e quarantena.

Le isole Chatham e il boom di prenotazioni per le vacanze

Così questo arcipelago che contava solo 700 abitanti è diventato una propria metà top per tutti gli abitanti della zona. Le isole Chatham sono essenzialmente due e si presume che gli abitanti del posto siano discendenti di una popolazione, Maori.

Altre teorie invece parlano di una discendenza polinesiana dalle isole situate più a nord. Le loro origini però oggi “poco importano”. Il motivo per cui sono balzate agli onori delle cronache è il fatto che sono caratterizzate da una flora e una fauna meravigliosa, oltre che un mare cristallino.

Insomma, questa sembra essere proprio la destinazione al top per le vacanze almeno dei neozelandesi.