Striscia la Notizia, Brumotti accolto con insulti e lancio di oggetti a Trento

L’inviato di Striscia la Notizia, Vittorio Brumotti è stato accolto con insulti e lancio di oggetti in un parco di Trento.

Da quando Vittorio Brumotti si è specializzato in servizi contro le piazze di spaccio nelle varie città italiane, la sua attività lavorativa è diventata decisamente più rischiosa. L’inviato di Striscia la Notizia è stato vittima di diverse aggressioni in questi anni, ma ciò nonostante non si è perso d’animo ed ha continuato il suo servizio d’indagine. Ieri sera, nell’ultimo servizio confezionato per la striscia satirica, Brumotti si è recato in un parco di Trento per immortalare l’attività illecita di un uomo.

Leggi anche ->Vittorio Brumotti: nuova aggressione a Parco Sempione

Appena questo lo ha visto, ha perso la testa e gli si è avvicinato di corsa con fare minaccioso. Il soggetto in questione lo ha invitato con decisione ad andare via e soprattutto a non riprendere con la telecamera. Dopo l’aggressione verbale e fisica, Brumotti ha coinvolto i carabinieri e lo ha fatto arrestare. In un video, pubblicato sulla pagina Instagram di Striscia la Notizia, possiamo vedere il primo tentativo di aggressione e l’arresto.

Leggi anche ->Brumotti aggressione | spacciatore usa bottiglia di vetro | VIDEO

Brumotti aggredito in un parco a Trento

 

Accanto al video si legge: “Levati dal c****. Sparisci!”. Queste sono le parole, seguite dal lancio di oggetti, con le quali è stato accolto @brumottistar a Trento”. Quelle, in effetti, sono le parole che l’uomo ha rivolto all’inviato di Striscia non appena lo ha visto. Nella scena successiva si vede il momento dell’arresto, con ben 4 carabinieri, tre in divisa ed uno in borghese, costretti a fare forza per ammanettare l’uomo e farlo entrare in macchina.

Questo, però, non resisteva all’arresto, cercava di divincolarsi per andare ad assalire Brumotti. I carabinieri alla fine riescono ad ammanettarlo e cercano di farlo salire sulla volante, ma questo continua a resistere e insultare Brumotti, invitandolo ad un confronto 1 vs 1 e senza l’ausilio delle telecamere e delle forze dell’ordine.