Eleonora Giorgi, l’ex fidanzato Alessandro Momo morto tragicamente

La vita privata di Eleonora Giorgi, l’ex fidanzato attore Alessandro Momo morto tragicamente: un dramma che sconvolse la giovane.

eleonora giorgi eroina

Aveva appena 17 anni ed era l’astro nascente del cinema italiano, Alessandro Momo, quando morì in maniera tragica a causa di un incidente stradale. Aveva recitato al fianco di Laura Antonelli nei film di Salvatore Samperi Malizia e Peccato veniale. Nelle settimane successive alla fine della realizzazione del film Profumo di donna, di Dino Risi, lo schianto in cui restò ucciso.

Leggi anche: Massimo Ciavarro, il dolore della separazione da Eleonora Giorgi: il motivo dell’addio

Alessandro Momo avrebbe dovuto compiere 18 anni la settimana dopo, invece morì il 19 novembre 1974: la sua fidanzata dell’epoca era Eleonora Giorgi, che aveva tre anni in più di lui. La giovane attrice, che in quel momento era in vacanza, venne indagata per incauto affidamento, in quanto gli aveva prestato la sua moto e all’epoca occorrevano 21 anni per guidarla.

Leggi anche: Eleonora Giorgi, la confessione: “Quasi morta per l’eroina, mi ha salvata lui”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il ricordo di Alessandro Momo: chi era il giovane attore

Alessandro Momo è sepolto nel cimitero del Verano, a Roma: il suo esordio nel cinema risale al 1969 nella pellicola La scoperta, regia di Elio Piccon, quindi aveva recitato in altre importanti pellicole, diretto da Romolo Guerrieri. Una vicenda tragica la sua, che ha cambiato per sempre la vita dell’attrice Eleonora Giorgi. Lei in un’intervista ha spiegato: “Si sentiva un’aria di cambiamento, gli anni ’70 stavano rinnovando miti e liturgie anche nel nostro cinema, dopo che per anni non era venuto fuori niente di nuovo. Era un processo lento, ricordo che non ci sentivamo capiti, che critici e registi parlavano ancora un linguaggio da vecchi”.

Proseguiva nel suo ricordo Eleonora Giorgi: “Mentre noi andavamo allo sbaraglio, felici della nostra sincerità, che spesso sembrava solo sprovvedutezza. Ecco, questo era il nostro mondo, di Alessandro e mio”. Quella che sarebbe potuta essere la carriera dell’attore morto giovanissimo, se non fosse avvenuta la tragedia, è stato argomento di dibattito. A quel ragazzo dal viso pulito, il cantante Patrizio Sandrelli dedicò qualche mese dopo la sua morte una canzone: Fratello in amore. Eleonora Giorgi ne ha parlato anche in anni successivi come di un trauma che cambiò la sua vita.