Dove raccogliere le castagne in Trentino

In Trentino le castagne sono considerate un elemento primario per la preparazione di molte specialità. Dove raccogliere le castagne in Trentino Alto Adige.

castagne
Raccogliere le castagne in Trentino

Raccogliere le castagne significa stare a contatto con la natura e ovviamente fare incetta del frutto più prelibato dell’autunno. Il Trentino Alto Adige con la sua rigogliosa e spettacolare natura è lo scenario ideale per andare per boschi alla ricerca delle castagne.

Le castagne per il Trentino sono poi una vera e propria tradizione e sono abbinate a salumi del posto o servite in minestre e zuppe. In questo periodo dell’anno nelle tavole delle ‘buschenschanke, le osterie, potrete assaggiare la castagne in varie declinazioni.

In autunno oltre la castagne vale la pena girare per i monti del Trentino per ammirare il foliage. I luoghi più belli d’Italia per vedere il foliage sono proprio fra i laghi dell’Alto Adige. Il Trentino Alto Adige è una regione che offre sempre un motivo per stare all’aria aperta e godere della sua immensa bellezza.

Raccogliere le castagne in Trentino: dove andare

Natura spettacolare e prodotti enogastronomici eccezionale. La ricetta perfetta per andare in Trentino a raccogliere le castagne. Un frutto non solo prelibato e buonissimo, ma di enorme importanza per la tradizione del Trentino Alto Adige.

Keschtnigl, ossia castagna, Niglsunntig la sagra, Törggelen e tante altre parole ‘difficili’ che ci portano ad una sola realtà nelle sue numerose declinazioni: la castagna. Sono innumerevoli le sagre che si tengono in autunno in Trentino fra le più famose quella della Val di Cembra, la Castagnada Biana ad Albiano; in Valsugana la Festa della Castagna di Rocegno Terme; poi la Festa del Marrone di Castione di Brentonico.

Ma la castagna è parte della tradizione di questa regione. Il Torggelen è l’antica usanza di bere il vino novello, mangiare le castagne, lo speck e la zuppa d’orzo nei vari masi della zona. Una volta era un modo per far assaggiare ai vicini il vino e i prodotti raccolti. Oggi l’usanza si è mantenuta, ma è diventata un tour di degustazione dei prodotti dell’autunno.

Dove raccogliere le castagne in Trentino

  • Keschtnigl: il sentiero della castagna del Trentino
  • Castagne tradizionali in Trentino: il marrone di Albiano
  • Alto Garda Trentino: i marroni di Campi
  • Monte Baldo: passeggiare fra castagne e natura

Keschtnigl: il sentiero della castagna del Trentino

Velturno, un piccolo paese in provincia di Bolzano, è particolarmente conosciuto come il “paese dei castagni”, in quanto conta più di 3300 alberi di castagne che lo circondano. Posto ideale per immergersi nella natura e andare a raccogliere le castagne.

Il Keschtnigl è il riflesso dell’amore che ha Velturno nei confronti delle castagne. Questo sentiero di nicchia è un tracciato avvolto da castagneti pensato non solo per la stagione autunnale, ma per tutto il resto dell’anno. I colori e gli odori che cambiano da stagione in stagione tolgono il fiato. Il sentiero corre verso i meravigliosi pendii della Valle Isarco, dalla meravigliosa Abbazia di Novacella, all’altopiano del Renon, fino ad arrivare al Maniero di Castel Roncolo. Un percorso suggestivo e utile per raccogliere le castagne in Trentino.

Durante il Törggelen, ovvero la degustazione del vino “nuovo” il sentiero della castagna è particolarmente affollato.

Castagne tradizionali in Trentino: il marrone di Albiano

Albiano, ad appena 18 km da Trento, è famosa per il marrone di Albiano diffusissimo nella tradizione culinaria di questa regione e coltivato sin dall’antichità.

La Castagnata Biana è una festa, tuttora celebrata, in memoria dei tempi che furono quando le donne del paesino intrecciavano delle lunghe ghirlande e infilando le amate castagne con l’aiuto di una corda, fatto ciò, si recavano in città, a Trento, per vendere i manufatti in sagre e manifestazioni.

Uno dei luoghi migliore dove andare a cercare le castagne è nella Valle di Cembra, una grande vallata ai piedi dell’Altopiano del Calisio.

Alto Garda Trentino: i marroni di Campi

L’Alto Garda Trentino presenta una vasta area di castagneti. Una frazione del comune di Riva vanta di una particolarità di castagne: i marroni di Campi. Si tratta di un prodotto da raccogliere a mano e rigorosamente bio.

La raccolta in questa zona varia da comune a comune, vi suggeriamo di dare uno sguardo alle comunicazioni del comune perché si può raccogliere le castagne solo durante alcune giornate prestabilite.

Monte Baldo: passeggiare fra castagne e natura

Entrando in Trentino da sud, la prima montagna che si incontra è l’Altopiano di Brentonico, nel favoloso Parco naturale del Monte Baldo. Conosciuto come “il Giardino d’Italia” per la meravigliosa varietà di vegetazione e i panorami mozzafiato che offre, questo angolo di mondo mi lascerà a bocca aperta.

In autunno è la patria dei castagneti, del vin brûlé e delle bancarelle di caldarroste. Da non perdere Contrada di Castione di Brentonico, dove i secolari castagneti offrono squisite castagne di qualità, dolci e grandi.