Elezioni Usa: Biden – Trump, cosa serve a entrambi per vincere

Elezioni Usa: Biden – Trump, sarà un testa a testa fino all’ultimo grande elettore, cosa serve a entrambi per vincere.

(JIM WATSON,SAUL LOEB/AFP via Getty Images)

Obiettivo 270: questo è il numero di grandi elettori necessari a uno dei due principali candidati alla presidenza degli Usa, ovvero Joe Biden e Donald Trump, per vincere le elezioni presidenziali negli Usa. Fino all’ultimo sondaggio, il risultato sembrava scontato e appannaggio del candidato democratico. Che però si scontra con la realtà.

Leggi anche: Elezioni Usa, risultato ancora in bilico tra Trump e Biden: le ultime

La realtà dice infatti che gli Usa sono un Paese diviso in due, dove uno o l’altro candidato possono vincere per una manciata di voti. 69,5 milioni di voti sono attualmente a favore di Biden, che ha dunque 2,5 milioni di voti in più di Trump. Partita chiusa? Assolutamente no, soprattutto se si guarda al complesso sistema elettorale statunitense.

Leggi anche: Jill Biden: la moglie del candidato alla Casa Bianca ha origini italiane

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Biden – Trump: testa a testa nelle elezioni Usa

(Al Drago/Getty Images)

Joe Biden ha avuto un consenso record: si pensi che nel 2008 Obama era stato eletto presidente degli Stati Uniti con 69 milioni e 498.516 voti. A spoglio in corso, quel risultato è addirittura maggiore. Hillary Clinton, quattro anni fa, si era fermata a 65,5 milioni di voti. Ovunque probabilmente questi numeri basterebbero per conoscere il vincitore. Negli Usa no. Perché Donald Trump, pur perdendo, prende 4 milioni di voti in più, e soprattutto perché qui non conta il valore assoluto dei voti. Qui contano i grandi elettori.

Cosa vuol dire? Ogni Stato ha un certo numero di grandi elettori, che corrispondono grossomodo a dei seggi, il candidato che vince in quello Stato si aggiudica tutti i grandi elettori. Al momento, Biden raccoglie 238 grandi elettori, ne ha 25 in meno Trump. Wisconsin e Michigan devono completare lo spoglio e il democratico è in vantaggio, come lo è anche nel Nevada, sebbene lì siamo a 2/3 dello scrutinio. Sarebbero 32 grandi elettori che sommati a quelli già in suo possesso fanno 270, in attesa dei voti inviati per posta che arriveranno nei prossimi giorni. Trump invece è in vantaggio su grandi Stati come North Carolina, Georgia e Pennsylvania. Un vantaggio ampio che potrebbe consentirgli il sorpasso.