Bimba deceduta si risveglia mentre i genitori la preparano per il funerale

Dichiarata morta in ospedale, una bimba si è risvegliata improvvisamente mentre i genitori preparavano il suo corpo per il funerale.

La storia di Siti Masfufah Wardah, 12enne indonesiana, è di quelle che fanno pensare al miracolo, ma in realtà rientrano nella casistica medica. La piccola è stata portata in ospedale dai genitori lo scorso 18 agosto a causa di una crisi causata dal diabete. I medici le hanno diagnosticato un diabete cronico ed hanno riscontrato il malfunzionamento di diversi organi. Data la situazione è stato necessario un ricovero in terapia intensiva, ma anche quello non è servito. Alle 18 dello stesso giorno Siti è stata dichiarata morta.

Leggi anche ->La famiglia affranta lo piange al funerale: 4 mesi dopo vaga per il cimitero

Un’ora dopo i familiari l’hanno riportata a casa e si stanno occupando dei preparativi del funerale. Come prima cosa preparano la vasca da bagno per pulirne il corpo senza vita. Non appena il corpo di Siti tocca l’acqua, la bimba apre gli occhi ed il cuore riprende a battere. I genitori chiamano immediatamente i medici che provvedono a fornirle l’ossigeno per aiutarla a respirare. Sembra che ci si trovi dinnanzi ad un miracolo, ma così non è: un’ora dopo la bimba viene dichiarata morta una seconda volta.

Leggi anche ->I medici la dichiarano morta: si risveglia nel sacco delle onoranze funebri

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bimba deceduta si risveglia e muore dopo un’ora: la sindrome di Lazzaro

Quanto accaduto alla bimba indonesiana è un fenomeno insolito, ma rientrante nelle casistiche mediche. Non si è trattato infatti di un errore medico nel dichiararla morta o di uno stato di morte apparente. Più che altro si è trattato di un risveglio del cardiocircolatorio, evento conosciuto come Sindrome di Lazzaro. Al momento non sono chiare le cause che portano a tale fenomeno, ma si verifica in caso di arresto cardiaco. Si pensa infatti che la riattivazione del sistema cardiocircolatorio sia dovuta alle manovre di RPC effettuate dai medici nel tentativo di tenere in vita il soggetto. A volte, infatti, l’aria immessa all’interno del torace è eccessiva e porta ad una tensione toracica che blocca la normale circolazione sanguigna ed un ritardo nella riattivazione del sistema.