Maddie McCann, novità tremende sul telefono del suo assassino

0
12

Novità sul caso Maddie McCann: una telefonata partita dal telefono del pedofilo è stata registrata a pochi passi da casa della bambina.

Il principale sospettato della scomparsa di Madeleine McCann è stato visto a pochi metri di distanza da lei un’ora prima della sua scomparsa. Il procuratore tedesco Hans Christian Wolters ha raccontato per la prima volta come il cellulare di Christian Brueckner, condannato per abusi su minori, abbia squillato all’Ocean Club resort di Praia da Luz, in Portogallo. Maddie, che aveva appena compiuto quattro anni, quella sera è scomparsa dall’appartamento della sua famiglia. Finora la polizia aveva rivelato solo che Brueckner, 43 anni, aveva ricevuto una chiamata sul suo cellulare alle 19.32 del 3 maggio 2007, mentre si trovava da qualche parte nella zona. Ma il signor Wolters ha detto al programma televisivo australiano “60 Minutes” che la chiacchierata di mezz’ora è stata trasmessa attraverso l’albero maestro dell’Ocean Club: “Sappiamo che il numero di telefono usato dal nostro sospetto si stava collegando e che l’antenna appartiene all’Ocean Club”. Alla domanda se questo significa che possiamo collocare Brueckner sulla scena del crimine, ha risposto: “Sì, pensiamo di sì.”

Potrebbe interessarti leggere anche –> Maddie McCann, video shock mostra il nascondiglio del sospettato

Maddie McCann, la telefonata shock partita dal telefono del pedofilo

scomparsa Maddie McCann

Wolters ha aggiunto: “Abbiamo abbastanza prove per dire che il nostro sospetto ha ucciso Madeleine. Ma non sono in grado di raccontare tutti i dettagli”. Ha detto che la polizia tedesca ha saputo che Maddie era morta “negli ultimi due anni”. Brueckner ha due condanne per reati sessuali su minori ed è in carcere in Germania per reati di droga. Si appella anche a una condanna a sette anni per aver stuprato una donna di 72 anni a Praia da Luz nel 2005. Attraverso i suoi avvocati ha negato di essere coinvolto nella morte di Madeleine. Questa settimana un video ha mostrato l’interno del “covo segreto di Brueckner”: il filmato agghiacciante mostra i resti di una fabbrica abbandonata in Germania, dove si suppone vivesse l’uomo. La polizia ha trovato un enorme bottino di immagini e video, riportato per includere “forti prove della scomparsa di Madeleine”. La polizia ha scoperto la cache delle chiavette USB sepolte accanto al cane morto di Brueckner nel sito pieno di rifiuti del villaggio di Neuwegersleben, in Sassonia-Anhalt. Parlando al programma “60 Minuti” il procuratore tedesco Hans Christian Wolters ha dichiarato di non poter dire se Madeleine fosse presente o meno nelle immagini.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Maddie McCann