Sandro Veronesi, chi è: età, carriera, vita privata dello scrittore

Sandro Veronesi è un noto scrittore e intellettuale italiano. Scopriamo insieme tutto quel che c’è da sapere sul suo conto. 

Sandro Veronesi è un famoso scrittore toscano, considerato uno dei maestri italiani della tecnica narrativa della “digressione”, e vincitore del Premio Strega nel 2006 con il romanzo Caos Calmo, da cui è stato tratto l’omonimo film interpretato da Nanni Moretti. Conosciamolo più da vicino.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Sandro Veronesi

Sandro Veronesi è nato a Firenze il 1º aprile 1959, fratello maggiore del regista e sceneggiatore Giovanni Veronesi, e vive a Prato con i suoi cinque figli. Nel 1985 è si laureato in architettura a Firenze con una tesi su Victor Hugo e la cultura del restauro moderno. Il suo romanzo d’esordio è del 1988, Per dove parte questo treno allegro, cui seguono Gli sfiorati (1990) e Venite, venite B52 (1995), che si ispira alla letteratura statunitense e in particolare a Thomas Pynchon.

Sandro Veronesi è anche di quattro libri giornalistici: le raccolte di interviste Cronache italiane (1992), Premio Bergamo 1993, e Live (1996), Occhio per occhio (1992), inchiesta sulla pena di morte nel mondo, e Superalbo (2002), che raccoglie molti dei suoi articoli. Tra il 1997 e il 1998 ha collaborato con Rai 3, ed è autore e conduttore del programma televisivo Magazzini Einstein (regia di Arturo Minozzi). Oltre a collaborare con numerosi quotidiani e riviste letterarie, insieme a Domenico Procacci ha fondato la casa editrice Fandango Libri, ed è tra i fondatori della web radio Radiogas.

Nel 2000 Sandro Veronesi ha pubblicato La forza del passato, vincitore del Premio Campiello e del Premio Viareggio, e tradotto in 15 lingue, da cui è tratto l’omonimo film di Piergiorgio Gay. Nel 2001 ha dato alle stampe il libro per ragazzi Ring City, vincitore del Premio Fregene. Nel 2002 ha scritto la prefazione a L’incredibile menzogna di Thierry Meyssan, sulle teorie cospirative sull’11 settembre 2001. E nel 2003 è uscita la sua riduzione teatrale del film del 2001 No Man’s Land di Danis Tanović.

Nel 2006, come accennato, Sandro Veronesi ha vinto il premio Strega con il romanzo Caos calmo, uscito l’anno precedente, che gli vale anche nel 2008 a Parigi il Prix Femina e il Premio Mediterraneo per gli stranieri. Tra le altre sue opere ricordiamo Brucia Troia (2007), Terre rare e Non dirlo – Il Vangelo di Marco (tra il 2014 e il 2015), questo ultimo da cui ha tratto un monologo teatrale. Lasciato l’editore Bompiani per approdare a La nave di Teseo, nel 2016 pubblica Un dio ti guarda, nel 2018 Cani d’estate e nel 2019 Il colibrì, votato come “Libro del 2019” nella Classifica di Qualità de La Lettura del Corriere della Sera e con il quale tornerà a partecipare al Premio Strega edizione 2020.

EDS