Giulio Beranek, chi è: età, carriera, vita privata dell’attore

Giulio Beranek è un giovane attore che ha saputo conquistare il pubblico italiano. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

Quello di Giulio Beranek è un volto che sta diventando sempre più noto nel piccolo e nel grande schermo. Il giovane attore italiano ha alle spalle molti ruoli di successo e si è fatto sempre apprezzare per l’intensità delle sue interpretazioni. Conosciamolo più da vicino.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Giulio Beranek

Giulio Beranek è nato a Taranto il 26 gennaio 1987 da una coppia di giostrai – padre ceco e madre di origini spagnole -, per cui fin da piccolo è stato a contatto con il mondo circense e dello spettacolo in senso lato. Da ragazzino si è avvicinato al calcio, entrando a 13 anni nel settore giovanile dell’Olympiakos. Ma un infortunio al ginocchio lo ha purtroppo costretto ad abbandonare prematuramente la carriera di calciatore.

Giulio Beranek è diventato attore quasi per caso: il regista Alessandro Di Robilant, in cerca del protagonista per il suo film Marpiccolo, lo “scovò” girando per le scuole e capì che era esattamente il ragazzo di cui aveva bisogno. Quella pellicola, girata nel 2009, ha segnato l’esordio cinematografico di Beranek. Nel 2011 è tornato nuovamente sul grande schermo, interpretando Marcellino nel film Senza arte né parte di Giovanni Albanese.

Giulio Beranek ha anche preso parte a diverse serie tv, tra cui Distretto di Polizia e Le mani dentro la città (targate Mediaset) quelle Tutta la musica del cuore (Rai), girata nel 2010 e trasmessa nel 2013. La sua ultima apparizione cinematografica risale al 2012, nel film noir L’innocenza di Clara di Toni D’Angelo.

Nel 2015 Giulio Beranek è stato chiamato nel cast di Tutto può succedere, fortunata serie televisiva in onda su Rai 1, nei panni di Lorenzo. Nel 2018, invece, è entrato nel cast della fiction di Rai 2 Il cacciatore. Nel 2017 ha inoltre partecipato al videoclip del brano La felicità del cantante Fabrizio Moro, girato a Matera.

EDS