Antonello Colonna, chi è lo chef e imprenditore della ristorazione

Antonello Colonna è un famoso cuoco e personaggio televisivo italiano. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui.

Cuoco, imprenditore, collezionista, ristoratore, albergatore, filosofo, poeta, inventore, rivoluzionario, “anarchico ai fornelli”, personaggio tv: sono solo alcune delle definizioni usate da giornalisti, critici gastronomici, amici o semplici appassionati della cucina per descrivere Antonello Colonna. Conosciamo più da vicino lo chef stellato di fama internazionale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Antonello Colonna

Antonello Colonna è nato a Roma l’11 aprile 1956. Ha intrapreso la professione di ristoratore nel 1985, quando ha assunto il comando dell’attività di famiglia aprendo il ristorante “Antonello Colonna” a Labico (Roma). Il ristorante che porta il suo nome, infatti, già nel 1874 era una locanda per viaggiatori gestita dal suo bisnonno. Ma la sua attività di ristoratore non si concentra solamente in Italia: già nel 1987 ha aperto a New York “Albero d’oro” (poi ribattezzato “Vabene”), ristorante ebraico-romano situato sulla Second Avenue. Nell’ottobre del 2007, invece, ha inaugurato il ristorante “Open Colonna” all’ultimo piano del palazzo delle Esposizioni a Roma. E nell’aprile 2012 nel parco naturale di Labico ha lanciato l’Antonello Colonna Resort & Spa, al cui interno si trova il ristorante gourmet Antonello Colonna Labico.

Nel 1990 Antonello Colonna è stato cuoco della Nazionale Azzurra di calcio durante il campionato mondiale, nel 1996 supervisore di Casa Italia per i Giochi Olimpici di Atlanta, e l’anno seguente l’ENIT lo ha nominato “Ambasciatore della cucina italiana nel mondo”. Nel 2000, poi, Palazzo Chigi gli ha conferito l’incarico di chef ufficiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che lo porterà tra l’altro a realizzare il pranzo in onore della regina Elisabetta II d’Inghilterra offerto dal presidente del consiglio Giuliano Amato il 18 ottobre 2000. E in occasione di EXPO 2015 a Milano è stato chiamato a coordinare il progetto Priceless Milan, un temporary restaurant sulla terrazza di palazzo Beltrami, in piazza della Scala.

Nel corso della sua carriera come ristoratore Colonna è stato premiato dalle più importanti guide di settore, ricevendo tra i suoi riconoscimenti la stella Michelin, le 3 forchette Gambero Rosso e i due cappelli dell’Espresso. In tv si è fatto apprezzare a Più sani e più belli su Rai 1 (1991-1996) e a Hotel da incubo Italia su Nove (2015-2016). Tra i suoi libri I segreti della cucina italiana (Newton Compton Editori), Un anarchico ai fornelli – da Labìco a New York (Editore Gambero Rosso GRH), Balla coi cuochi (Editore Osiride) e Cocinas del mundo (Editore Biblioteca Metropoli).

EDS