Rita Levi Montalcini chi era: età, carriera e vita privata del Premio Nobel

Conosciamo meglio la storia di Rita Levi Montalcini: ecco tutte le curiosità sulla carriera e vita privata del Premio Nobel

Rita Levi Montalcini

Rita Levi Montalcini nasce a Torino nel 1909: è stata l’unica donna italiana ad aver vinto un Premio Nobel scientifico. Fin da piccola convince suo padre a farla intraprendere gli studi: si laurea nel 1936 in Medicina presso l’Università di Torino. Lavora, inoltre, fin da subito da internista nell’istituto di Giuseppe Levi, dove conosce Salvatore Luria e Renato Dulbecco. Si specializza in Psichiatria e Neurologia, ma nel 1938 arrivano le leggi razziali. E visto che è di origine ebrea, deve emigrare in Belgio. Torna a Torino dopo tante peripezie e inizia a studiare a casa il sistema nervoso degli embrioni di pollo.

LEGGI ANCHE >>> Rita Levi Montalcini: si spegne a 103 anni

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Si sposta anche a Firenze diventando così medico al servizio delle Forze Alleate.

Rita Levi Montalcini chi era: carriera

Dopo la guerra torna a Torino e nel 1947 vola negli Stati Uniti accettando l’invito del neuroembriologo Viktor Hamburger. Nel 1954 scopre il Nerve Growth Factor (NGF), una proteina coinvolta nello sviluppo del sistema nervoso. Nel 1986 riceve insieme a Stanley Cohen il Premio Nobel. Così si scoprono le neuroscienze che studiano il cervello umano che diventa importante per quanto riguarda le scienze naturali. Tra il 1961 e il 1962 crea a Roma un centro di ricerca sull’NGF e nel 1969 fonda e dirige l’Istituto di biologia cellulare preso il CNR. Dal 1979 torna in Italia. Nel 2002 fonda l’EBRI (European Brain Research Institute) sempre a Roma. Nel 1998 fonda la sezione italiana della Green Cross International, riconosciuta dalle Nazioni Unite e presieduta da Michail Gorbaciov. Dal 2001 è senatore a vita: Rita Levi-Montalcini muore il 30 dicembre 2012.

Rita Levi Montalcini