Gianni Morandi svela un retroscena: “Ho litigato con Whitney Houston”

Gianni Morandi si è raccontato a 360° in una lunga diretta di Luca Bianchini su Instagram, parlando di curiosità del passato e odio sui social.

(screenshot video)

Sin da quando è diventato un personaggio pubblico, Gianni Morandi ha dimostrato di essere una persona positiva ed in grado di gestire il rapporto con fan e detrattori in modo esemplare. Proprio quell’atteggiamento da bravo ragazzo, quel modo di fare umile e conviviale ne hanno acuito il seguito a dismisura. Ieri in una lunga diretta di Luca Bianchini su Instagram, il cantante ha parlato del passato, di alcuni errori commessi, ma soprattutto del litigio con Whitney Houston.

Leggi anche ->Gianni Morandi, altra mascherina altra polemica: la sua risposta spiazza tutti

L’episodio risale al 1999, quando la cantante era l’ospite internazionale di maggior spessore del suo programma ‘C’era un ragazzo‘. Il cantante spiega come Whitney sia giunta in ritardo ed abbia fatto le bizze: “Prima delle prove ci fu una mezza lite con lei, perché non era arrivata alle prove, e poi aveva fatto le bizze sulla tonalità della canzone”. Quando è arrivata Gianni gliene voleva dire quattro, ma lei lo ha immediatamente placato: “Ma quando è arrivata era di una bellezza meravigliosa. Mi avvicino e le dico ‘It’s not professional‘, lei mi abbraccia, mi da un bacio, mi dice che buon profumo che hai, e allora…. dopo è stata fantastica, ha fatto tutto ciò che volevamo”.

Leggi anche ->Gianni Morandi, la tragica morte della figlia: un dolore insopportabile

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Gianni Morandi: “Gli hater? Mi divertono”

Recentemente Gianni Morandi è stato al centro di alcune polemiche sui social. Alcuni “troll” si sono divertiti a riprenderlo e canzonarlo per come portava la mascherina o per quale tipologia usava. Come nella vita reale, anche in quella virtuale il cantante prende tutto con buon umore: “Le prese in giro sui social? Per me è divertente, non bisogna mai arrabbiarsi […] Mi prendono in giro su diverse cose, ad esempio quando vado a far la spesa di domenica, o per alcune idee politiche, o ‘Lascia i tuoi capelli naturali’, oppure ‘È ora che tu vada in pensione’. Lì mi diverto da morire. Gli dico ‘Sì, sì, ora ci vado…’ e loro smettono”.

Morandi

Sciarretta Massimiliano