Sputa in faccia a carabiniere e ne ferisce un altro: arrestato 48enne in fuga

Nuova follia causata dal Coronavirus: durante un controllo, un uomo ha sputato in faccia a un Carabiniere e ne ha ferito un altro. Viene predisposto l’arresto.

suicidio Salerno

Un uomo a Città di Castello ha sputato in faccia a un Carabiniere e ne ha ferito un altro alla mano, colpendolo con un attrezzo. Mentre veniva eseguito uno dei tanti controlli legati all’emergenza per il Coronavirus, un quarantottenne è stato arrestato dai militari dopo aver tentato la fuga. L’accusa è di lesioni dolose, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Leggi anche ->Coronavirus, i dati del contagio in Italia sono ancora altissimi

L’uomo è stato raggiunto dai militari dell’Arma che gli avevano chiesto i documenti ma, secondo le prime ricostruzioni eseguite dagli investigatori, il signore avrebbe reagito brandendo un attrezzo malfunzionante, ma munito di lama. Grazie al pronto intervento di un altro membro della compagnia dei Carabinieri di Città di Castello, però, è stato immobilizzato. In questo momento segnato da una pandemia globale, una delle grandi paure è quella del contagio da Covid-19, che dovrà essere esclusa.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

I due militari sono stati medicati presso il pronto soccorso locale e, la prognosi per il Carabiniere ferito alla mano, la prognosi è stata di cinque giorni. Per il Carabiniere che ha ricevuto lo sputo in faccia, invece, è stato attivato un protocollo sanitario finalizzato all’esclusione di eventuali agenti patogeni.

coronavirus italia