Home Meteo Meteo, colpo di coda dell’inverno: crollo delle temperature

Meteo, colpo di coda dell’inverno: crollo delle temperature

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:18
CONDIVIDI

Le previsioni meteo per i prossimi giorni: torna l’inverno, calano le temperature

neve freddo italia
Torna la neve in città (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

La primavera è appena iniziata eppure sembra di nuovo inverno. Sull’Italia chiusa per l’emergenza coronavirus sferzano infatti i freddi venti di Tramontana e crollano i termometri portandosi su valori decisamente freddi e invernali. Un colpo di coda dell’inverno, l’ultimo squarcio di freddo, prima di lasciarsi al tepore della primavera sperando di poterla vivere all’aperto quanto prima. Questa irruzione gelida ha i suoi lati positivi: aiuterà a sopportare meglio lo stare a casa e farà passare velleità ginniche agli irriducibili runner. In questo momento infatti serve che tutti ci comportiamo nella medesima maniera, ovvero stando a casa. Solo così fermeremo il contagio e potremo tornare quanto prima a correre per i parchi.

Meteo: temperature invernali sull’Italia

Già da domenica sera le regioni nord orientali sono stata interessate da venti freddi, poi nella giornata di lunedì anche il Centro e le adriatiche sono stata investite dalla Tramontana che ha fatto rapidamente crollare i termometri. E nelle prossime ore tutta Italia si ritroverà inaspettatamente in inverno con temperature che scenderanno perfino sotto zero.

I venti gelidi soffieranno su tutta la Penisola, ma mentre al Nord avremo schiarite sulle coste adriatiche centrali e fino alla Puglia potranno esserci rovesci. Piovaschi attesi anche sulla Sicilia centro orientale e la Calabria per via di una Bassa Pressione presente sul Nord Africa. Sui settori tirrenici invece ci sarà spazio per schiarite. I venti la faranno da padrone con forti raffiche sull’Adriatico, sullo Iono e sulle regioni centrali tirreniche.

Freddo gelido e temperature sotto zero: arriva pure la neve

Questo colpo di coda dell’inverno fa crollare le temperature fino a 15 gradi. Passiamo così da valori primaverili a valori tipici invernali in appena 24 ore. E con i termometri che scendono a valori anche sottozero torna la neve che si farà vedere non solo sui settori collinari e montuosi degli Appennini, ma anche sulle coste.

Per la giornata di martedì 24 marzo sono attese nevicate sulle spiagge delle regioni adriatiche, ovvero dalla Romagna fino al Gargano, passando per Marche, Abruzzo e Molise.
Gli accumuli di neve diventeranno importanti sopra quota 1000: addirittura sono attesi oltre 20 cm di neve sulle zone degli Appennini Centrali. Si attendono nevicate in città con accumuli compresi fra 15 e 20 cm in Abruzzo a L’Aquila, in Molise a Campobasso e Isernia, e nella Marche a Macerata e Urbino.

Mercoledì 25 marzo il maltempo continuerà ad imperversare al centro sud con nevicate a quote collinari sui settori adriatici e sui rilievi di Campania, Basilicata, Campania e Sicilia.

Giovedì 26 marzo la neve sugli Appennini si vedrà solo a quota più alta sopra i 1200 metri, mentre al Nord potrebbe nevicare in pianura su Lombardia, Basso Piemonte ed Emilia Romagna.

Temperature: crollo di 15 gradi

I venti gelidi provenienti dalla Russia faranno scendere nelle prossime ore le temperature fino a 15 gradi in meno rispetto ai giorni scorsi. Un vero e proprio shock termico che ci farà piombare in un clima decisamente invernale. Tutta Italia sarà investita da questa ondata gelida, ma a farne maggiormente le spese saranno le regioni dell’aria adriatica dove il freddo sarà più pungente: al Nord le massime non andranno oltre i 10 gradi, al Centro tirrenico 12 gradi e su quello Adriatico 7 gradi; al Sud le massime saranno di 13 gradi.

A Roma martedì 24 la minima sarà di appena 1 grado, così come a Milano. A Perugia si scenderà sotto zero con – 1, a L’Aquila dove sono attese nevicate fino a giovedì si arriverà a -5.

Molto freddo al mattino presto e durante la notte dove sono attese gelate al Centro e al Nord. Di notte infatti le minime potranno scendere anche sotto zero nelle regioni settentrionali e nelle zone interne delle regioni centrali.

Questa fase fredda con temperature ben al di sotto della media del periodo durerà fino a giovedì, poi da venerdì assisteremo ad un rialzo termico dapprima al Sud e poi al Centro e al Nord. Il weekend sarà quindi tiepido e da casa potremmo assistere ad un cielo sereno di primavera.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBianca Guaccero in lacrime per il grave lutto: “Era come una mamma”
Articolo successivoMalato di Coronavirus, lo straziante messaggio di un 28enne: “Ho fatto abbastanza?”
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.