Neonato soffocato da una busta di plastica durante lo shopping natalizio

Un bambino di soli tre mesi è purtroppo morto soffocato la vigilia di Natale dopo essere scivolato in una busta della spesa. 

La tragedia si è consumata a ridosso di quella che doveva essere un’allegra e festosa vigilia di Natale. Un bambino di soli tre mesi è morto soffocato dopo essere scivolato in una busta della spesa. Il piccolo era stato affidato alle cura di sua nonna, mentre la mamma era impegnata al lavoro. Una piccola distrazione si è rivelata fatale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Un neonato ucciso da una “banale” busta della spesa

Non appena è stato dato l’allarme la polizia si è precipitata nell’abitazione in cui si è consumata la tragedia, all’isolato 14800 di Shottery Drive vicino a Waterside, in Texas (Stati Uniti). Dall’ufficio dello sceriffo della Contea di Harris fanno sapere che i quattro fratelli del neonato, due bambini e due adolescenti, erano in casa quando si è verificato il drammatico incidente. Lo sceriffo Ed Gonzalez ha poi spiegato che la nonna aveva lasciato il piccolo nel soggiorno e si è messa a letto, sicura che non si sarebbe mosso molto mentre lei dormiva nella stanza accanto.

Al momento, l’ipotesi più accreditata degli inquirenti è che uno degli altri bambini abbia spostato il piccolo in un’altra stanza, dove per cause ancora da accertare sarebbe poi scivolato all’interno di una busta della spesa. A trovarlo privo di conoscenza, a faccia in giù vicino a un materasso, è stata sempre la nonna dopo essersi svegliata e averlo cercato in lungo e in largo per casa. “Purtroppo anche il contatto con la biancheria da letto può essere fatale: la pressione delle narici contro un lenzuolo o una coperta o un cuscino o in una borsa di qualche tipo può impedire a un neonato di respirare e di conseguenza ucciderlo, non essendo a quell’età ancora abbastanza forte da sollevarsi o reagire”, ha rimarcato lo sceriffo Gonzalez.

EDS