Andrea Iannone positivo al doping: ecco quali sostanze ha assunto

Brutte notizie per Andrea Iannone. Il pilota di MotoGP è stato trovato positivo dopo i controlli antidoping dello scorso 3 novembre

Andrea Iannone
(Getty Images)

Brutte notizie per il pilota italiano della MotoGP Andrea Iannone. L’ex di Belen ed attuale fidanzato di Giulia De Lellis è stato sospeso provvisoriamente dalla Federazione internazionale motociclismo dopo esser risultato positivo a un controllo antidoping: la FIM lo ha svelato in un comunicato ufficiale. I controlli antidoping era stato effettuati dalla Wada durante la gara di Sepang dello scorso 3 novembre. La sostanza rientra nel gruppo degli steroidi androgeni anabolizzanti vietati dal codice Wada. Lo stesso pilota di Vasto potrà richiedere le controanalisi: a partire da oggi, però, non potrà più partecipare ad alcuna competizione motociclistica.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Andrea Iannone, il coomunicato della FIM

Ecco il comunicato ufficiale pubblicato pochi minuti fa dalla FIM: “La Federazione Internazionale di Motociclismo (FIM) ha informato il motociclista italiano Andrea Iannone di essere temporaneamente sospeso ai sensi dell’articolo 7.9.1 del Codice antidoping FIM del 2019 (CAD). La decisione di sospendere provvisoriamente il sig. Andrea Iannone era obbligatoria a seguito della ricezione di un rapporto del laboratorio accreditato WADA a Kreischa b. Dresda (Germania) che indica un risultato analitico avverso di una sostanza non specificata ai sensi della Sezione 1.1.a) Steroidi androgeni anabolizzanti esogeni (AAS) dell’elenco vietato del 2019, in un campione di urina da lui raccolto durante un test in concorrenza condotto dalla FIM durante il Grand Prix World Championship tenutosi a Sepang, in Malesia, il 3 novembre 2019. Andrea Iannone ha il diritto di richiedere e partecipare all’analisi del suo campione B”.

Andrea Iannone chi è