Chi era Giancarlo Golzi, musicista e fondatore dei Matia Bazar

Cosa sapere su Giancarlo Golzi, chi era il musicista e fondatore dei Matia Bazar: carriera e curiosità sul batterista della band italiana.

giancarlo golzi
(screenshot video)

Batterista che ha iniziato la sua carriera in una band di rock progressivo, genere molto all’avanguardia negli anni Settanta in Italia, il musicista Giancarlo Golzi è noto per essere stato fondatore e anima dei Matia Bazar, una delle band italiane più longeve, in cui ha militato dalla fondazione fino alla prematura scomparsa, avvenuta il 12 agosto 2015. Golzi è con Piero Cassano, Carlo Marrale, Aldo Stellita uno dei quattro fondatori del gruppo, a cui poco dopo si unisce Antonella Ruggiero, ritenuta una delle voci più belle del panorama musicale italiano.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa sapere su Giancarlo Golzi: carriera e curiosità

Con la band genovese, il batterista raggiunge un grande successo con brani come ”Per un’ora d’amore”, “Solo tu”, “C’è tutto un mondo intorno”, fino al 1983, quando partecipano al Festival di Sanremo con “Vacanze romane”. Il brano non vince la rassegna canora ma diventa una delle canzoni più celebri e reinterpretate di quegli anni. Merito anche della voce di Antonella Ruggiero, che resterà nella band fino al 1998, anno in cui scompare prematuramente anche il bassista Aldo Stellita.

Dopo di lei, arriva nel gruppo Silvia Mezzanotte, altra voce molto apprezzata, in ogni caso non cambia l’impronta pop dei brani dei Matia Bazar. Pur non abbandonando mai la band che lo ha reso famoso, Giancarlo Golzi dà vita ad altri progetti e a nuove idee, divenendo tra le altre cose direttore artistico dell’Accademia di Sanremo, dedicata ai giovani che desiderano partecipare al Festival di Sanremo, nella sezione “Nuove Proposte”. L’8 agosto 2015 i Matia Bazar suonano all’Outlet Cilento di Eboli. Nessuno può sapere che quello sarà l’ultimo live del batterista, che muore d’infarto nella sua casa di Bordighera nella notte tra il 12 e il 13 agosto 2015. La sua scomparsa scuote la band, che in quell’anno sta peraltro festeggiando i 40 anni di attività con un grande tour.