Giorgio Chiellini nei guai col fisco: ecco come scaricava l’iva


Giorgio Chiellini nei guai col fisco: ecco come scaricava l’iva. Per ridurre gli importi relativi alle imposte da pagare, la società legata ai fratelli Chiellini avrebbe usato alcuni escamotage in bilancio.

Avevano trovato alcuni escamotage per ridurre l’importo delle proprie tasse. Per questo la società facente capo ai fratelli Chiellini è stata condannata. I trucchetti messi in atto erano volti ad inserire alcune spese in bilancio non consentite, al fine di ridurre l’importo della tassazione prevista, in particolar modo quella inerente al pagamento dell’iva.

Giorgio Chiellini e i guai con il fisco: tutte le spese messe in bilancio per scaricare l’iva

Così, come riportato per primo e in esclusiva da La Stampa, la società legata al difensore della Juventus inseriva in bilancio fatture relative all’acquisto di vini pregiati, di viaggi di lusso o di cene e pranzi in ristoranti stellati, o anche relative a soggiorni in alberghi e acquisto di attrezzature sportive.
E’ stata l’Agenzia delle Entrate che, svolgendo in questo periodo un’analisi sul pagamento delle imposte e i bilanci degli anni 2013/2014, ha riscontrato queste irregolarità all’interno dei conti della Twin Group srl, ovvero la società legata al capitano della Juentus e della Nazionale italiana di calcio, Giorgio Chiellini.

Leggi tutte le notizie su Google News