Annalisa Minetti, duro sfogo durante Ora o mai più: “Sono cieca, ma giudicatemi per come canto”

Annalisa MinettiAnnalisa Minetti è stata protagonista di un pesante sfogo a Ora o mai più, la cantante ha parlato degli attacchi subiti: “Sono cieca ma voglio essere giudicata solo per come canto”.

Il penultimo appuntamento di Ora o mai più è iniziato con lo sfogo di Annalisa Minetti. Durante la penultima puntata dello show di Rai 1, condotto da Amadeus, sono state infatti mandate in onda delle immagini in cui la cantante si confessa con gli autori del programma. Non è un momento facile per la 42enne di Rho, che dai 18 anni ha dovuto avere a che fare con una serie di problemi che sono sfociati poi nella cecità. Ed è proprio sulla sua malattia che Annalisa Minetti si è sentita ferire, tanto dagli altri protagonisti del programma quanto e soprattutto dagli haters del web.

Per essere aggiornato su tutte le notizie: CLICCA QUI!

Annalisa Minetti, lo sfogo a Ora o mai più: “Sono cieca ma non me ne vergogno, giudicatemi per come canto”

Il pensiero di Annalisa Minetti è che qualcuno pensi che abbia in qualche modo cavalcato ‘l’onda’ della sua malattia per sfondare. Come a dire, sei cieca e ne approfitti. Un pensiero brutale ma che la cantante si è sentita associare. “Non voglio essere trattata da non vedente, ma la gente non deve dimenticarsi che lo sono – ha detto l’artista – Ho colto un’opportunità nel mio dolore. La vita è un diritto per tutti, non solo per qualcuno”. Lo sfogo di Annalisa Minetti, che a Ora o mai più è guidata dall’amico e collega Toto Cutugno – è proseguito: “Ho voglia di fare mille cose, ma di fare ciò che è nelle mie corde. Penso che c’è condizione fisica che possa limitare la volontà di una persona. Non voglio vergognarmi. A volte forse sono fredda e distaccata, ma sono qui solo per cantare e vorrei che mi giudicaste per questo”. Subito dopo si è esibita con Toto Cutugno in ‘Figli’, grande successo del 1987 con il quale il cantautore chiuse al secondo posto a Sanremo.