Karl Lagerfeld: ecco Choupette, la fortunata “ereditiera” dello stilista – VIDEO

(Websource / archivio)

La cospicua eredità di Karl Lagerfeld è già stata assegnata a una beneficiaria decisamente “insospettabile”. Ecco la sua identità.

In queste ore, dopo la notizia della scomparsa a 85 anni di Karl Lagerfeld, molti si stanno chiedendo nelle mani di chi finirà l’enorme fortuna accumulata dal celebre stilista e direttore creativo di Chanel nel corso della sua lunga carriera. Ebbene, la beneficiaria ha un nome e un volto: Choupette, la sua amatissima gatta. “Ha la sua piccola fortuna, è un’ereditiera, e se mi succedesse qualcosa, la persona che la accudisce non resterà nella miseria”, aveva dichiarato Lagerfeld qualche anno fa, pensando al “dopo”. “Il denaro che ha guadagnato facendo le pubblicità, il denaro che io non ho incassato è stato messo da parte proprio per lei. Choupette è una ragazza ricca”.

Già, perché Choupette era il vero grande amore di Karl Lagerfeld: viziata e bellissima, questa femmina di gatto sacro di Birmania donatagli nel 2011 dal suo “protetto”, Baptiste Giabiconi, compariva spessissimo nelle sue fotografie. “Non esiste, ancora, il matrimonio tra uomini e animali. Non avrei mai pensato che mi sarei innamorato in questo modo di una gatta”, aveva confessato lo stesso Lagerfeld nel 2013 in un’intervista alla Cnn. Va da sé che dopo la sua morte doveva esserne la degna erede (assieme ad altri soggetti non ancora resi noti).

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il grande “amore” tra Karl Lagerfeld e Choupette

Un amore, quello tra Lagerfeld e Choupette, nato nel lontano 2011, quando la gatta di gli fu affidata dal modello francese Baptiste Giabiconi (fino a quel momento suo proprietario) per due settimane sotto Natale, mentre il giovane era all’estero. Lagerfeld se ne infatuò e non volle riconsegnargliela. A partire qual quel momento Choupette è diventata una presenza fissa anche in molte uscite pubbliche e comparse mediatiche dello stilista. Con lei ha viaggiato in aerei pubblici e privati, accanto a personaggi come Anna Wintour. Non solo: dal 2012 Choupette ha anche una sua pagina Twitter e un suo profilo Instagram, con centinaia di migliaia di follower.

Lagerfeld ebbe addirittura a dichiarare che grazie a Choupette era diventato una persona migliore. Certo è che per lei ha fatto di tutto e di più, permettendole lussi e libertà che mai si sarebbe sognato di concedere a un “semplice” essere umano. Choupette , per dire, non mangia mai per terra, ma solo sul tavolo, e si serve di ciotole rigorosamente Maison Goyard; ha due cameriere, che si occupano solo di lei 24 ore su 24 e ogni giorno prendono nota di tutto quel che fa. Lui, gelosissimo, non volle neppure che Forbes la immortalasse per una sua copertina… Ma in compenso ne ha fatto la protagonista della linea di moda di Lagerfeld, trasformandola in un “brand” che compare su accessori di ogni tipo. E’ la moda, bellezza.

EDS