CONDIVIDI

anticipazioni del 12 febbraioQuesta sera in tv, in onda in prima serata su Rai Due, verrà trasmesso il docu-reality ‘Il Collegio’: anticipazioni e trama del 12 febbraio.

Questa sera torna su Rai Due l’interessante docu-fiction ‘Il Collegio‘ con la prima puntata di questa terza edizione. Il format originale, catapulta un gruppo di ragazzi di età compresa tra i 13 ed i 17 anni all’interno di un collegio gestito con regole di un’altra epoca. L’intento è quello di far rivivere un dato periodo storico ed insegnare ai giovani partecipanti quali fossero le regole e l’atmosfera a cui erano sottoposti i loro coetanei in un differente contesto temporale. Le prime due stagioni di questa docu-fiction hanno avuto un riscontro favorevole da parte di pubblico e critica, dunque sarà interessante capire se anche questa nuova iterazione del programma verrà seguita con lo stesso interesse.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il Collegio anticipazioni del 12 febbraio

Se nelle prime due edizioni i ragazzi scelti hanno vissuto sulla propria pelle il sistema educativo del collegio negli anni 1960-1961, per questa terza edizione i produttori hanno deciso di affrontare un deciso salto temporale portando i nuovi protagonisti nel 1968, anno in cui il mondo stava mutando ed i giovani reclamavano libertà e spazio alla ricerca di una rivoluzione di costumi che avrebbe influenzato il mondo intero negli anni a seguire. L’intento in questo caso è quello di mostrare come i collegi cercarono di bloccare la nascita di idee rivoluzionarie negli alunni che frequentavano i corsi di studio, e dunque di mostrare come gli ideali di rinnovamento di costumi e diritti venissero schiacciati sotto regole severissime.

I partecipanti saranno catapultati in questo difficile contesto senza cellulari e computer, e dovranno affrontare un sistema educativo rigido, ben diverso da quello a cui sono abituati e che è tipico degli anni 2000. Non tutti i ragazzi riusciranno ad arrivare alla fine di questa esperienza formativa, ma di certo il loro modo di vedere la scuola e l’istruzione verrà radicalmente mutato.