CONDIVIDI

Sanremo 2019, gli Ex-Otago raccontano il gesto che portano sul palco del teatro Ariston: “Quell’abbraccio ha un senso preciso”.

ex-otago abbraccio
(screenshot video)

Gli Ex-Otago sono una delle sorprese della 69esima edizione del Festival di Sanremo: il gruppo ligure porta in gara il brano ‘Solo una canzone’. Il ritornello del brano dice: “È solo una canzone/Abbracciami per favore/A te posso dire tutto/Tutto ciò che sento”. Nel corso dell’esibizione sul palco dell’Ariston, il cantante Maurizio Carucci scende tra il pubblico, abbracciando le persone tra le prime file.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Gli Ex-Otago e l’abbraccio al pubblico di Sanremo 2019

Un gesto che naturalmente non è passato inosservato e che il frontman della band intervistato da Askanews descrive così: “L’abbraccio è un gesto che gli esseri umani si sono inventati ed è particolarmente azzeccato, soprattutto in questo momento storico, in cui c’è bisogno di unire e di accogliere”. Dunque, l’abbraccio diventa un gesto banale, ma di grande umanità agli occhi della band ligure.

Un’esperienza che gli Ex-Otago stanno vivendo al massimo, essendo alla loro prima partecipazione, sottolinea un altro membro del gruppo, Francesco Bacci: “Veramente una figata, questa situazione include tutti, quelli vecchi, quelli strani, quelli che vengono da fuori. Un bello spaccato dell’Italia che esiste, che vende i biglietti dei concerti, veramente molto bello”.