CONDIVIDI
Pierluigi Maccalli
Padre Pierluigi Maccalli

Sarebbe vivo padre Maccalli, il missionario italiano rapito in Niger da un gruppo di terroristi islamici: ore di apprensione per la sua sorte.

L’altra notte, Padre Pierluigi Maccalli, della Società delle Missioni Africane (Sma) è stato rapito in Niger, “da presunti jihadisti attivi nella zona”. Smentita la notizia secondo la quale il sacerdote sarebbe stato ucciso: “Padre Gigi Maccalli è vivo. Ieri sera gli ha telefonato il vescovo di Niamey per riferire che la polizia nigerina ha assicurato appunto che padre Gigi è vivo e sperano di iniziare le trattative appena i rapitori si faranno vivi”, spiegano fonti vicine alla diocesi di Crema, da qui il missionario italiano proviene.

Per saperne di più –> Padre Missionario italiano rapito in Niger: “Sono stati i terroristi islamici”

Timori per la sorte di padre Maccalli: oggi una veglia di preghiera

Intanto, padre Mauro Armanino, missionario a Niamey, ha sottolineato un fatto importante: “Un primo risultato i sequestratori lo hanno ottenuto: di loro si parla in tutto il mondo. Con il rapimento di un missionario occidentale, un gruppo forse neanche tanto grande è riuscito a ottenere una visibilità globale a costo zero”. Padre Maccalli sarebbe nelle mani di un gruppo di etnia peuls, ovvero nomade, la cui radicalizzazione “è dovuta, almeno in parte, alla difficoltà ambientali che fanno sì che diventi sempre più difficile trovare acqua e pascoli per le loro mandrie”.

Padre Armanino aveva messo in evidenza ancora: “In Niger come anche nel vicino Mali abbiamo visto che sono saltate le tradizionali relazioni che legavano i Peuls con le altre popolazioni, come ad esempio i Toureg. Questo accentua l’instabilità e non mi sembra che la militarizzazione che sta avvenendo in Mali come in Niger sia la risposta adatta a risolvere questi problemi”. Intanto oggi “è stata organizzata una veglia di preghiera da don Giovanni Rossetti e dai parenti di don Gigi, nella chiesa parrocchiale di Madignano”, spiega Il Nuovo Torrazzo, settimanale della diocesi di Crema.

Leggi le nostre notizie di gossip e cronaca anche su Google News